È partita ieri l’8a RORC Transatlantic Race. Maserati Multi 70 e le altre 31 imbarcazioni iscritte alla regata hanno tagliato la linea di partenza in due flotte scaglionate davanti ad Arrecife con un vento di 15-18 nodi da est. Da Puerto Calero, Lanzarote, percorreranno 2.995 miglia, superando le Canarie e navigando attraverso l’oceano Atlantico fino all’isola di Grenada, nei Caraibi orientali. Sulla linea, armati di foil di ultima generazione, i diretti rivali del team italiano: Argo con Brian Thompson (Usa), e PowerPlay che vede a bordo i velisti inglesi Giles Scott (tattico di Ineos Team UK in Coppa America, vincitore di due ori olimpici nella Classe Finn) e Miles Seddon (che, con Phaedo3, nel 2015 ha stabilito il record su questa tratta). Terzo competitor del team italiano è il maxi-trimarano di 80 piedi Ultim Emotion 2 di Antoine Rabaste (Francia). Una sfida aperta al record di velocità di 5 giorni, 22h46’03’’, stabilito dal MOD70 Phaedo 3 di Lloyd Thornburg nel 2015. Maserati Multi 70, in assetto volante, è partito sotto costa, più al largo invece Argo e PowerPlay. Alla boa di disimpegno i trimarani hanno effettuato la prima strambata con ordine di passaggio PowerPlay, seguito da Maserati Multi 70 e Argo.