di Riccardo Galli "Finalmente ci sfidiamo in MotoGp". Luca Marini il messaggio l’ha mandato forte e chiaro: quella sfida, quella personalissima sfida, è quasi una dedica al fratello. A Valentino Rossi. E così fra i mille motivi che accenderanno la stagione del Motomondiale c’è questo – coinvolgente – duello in famiglia fra Luca e Valentino. Marini debutta in MotoGp con una Ducati (del Team Avintia) e porta nella classe...

di Riccardo Galli

"Finalmente ci sfidiamo in MotoGp". Luca Marini il messaggio l’ha mandato forte e chiaro: quella sfida, quella personalissima sfida, è quasi una dedica al fratello. A Valentino Rossi.

E così fra i mille motivi che accenderanno la stagione del Motomondiale c’è questo – coinvolgente – duello in famiglia fra Luca e Valentino.

Marini debutta in MotoGp con una Ducati (del Team Avintia) e porta nella classe regina in colori dello Sky Team-Vr46, che poi – tornando alle cose in famiglia – è il marchio della squadra di ragazzini terribili e vincenti che proprio Rossi ha costruito e fatto crescere nella sua Academy e in quel team Sky che fino ad oggi ha dato spettacolo in Moto2 e Moto3.

Marini ha coraggio e grinta da vendere. Doti, queste, portate a casa – anzi in pista – dopo gli anni trascorsi fra il Ranch di Valentino e le piste del Mondiale frequentate nelle scorse stagioni.

"Da lui – ha sottolineato più volte Luca – ho imparato e soprattutto sto imparando i segreti per poter sognare". D’altra parte, avere un maestro, oltre che un fratello di nome Valentino Rossi, è un qualcosa che nessuno può permettersi.

La domanda, certo, è molto semplicemente una: dove potrà arrivare Marini in questa sua prima avventura in MotoGp? La tentazione di provare a mettersi dietro fratello Vale è tanta e di sicuro renderebbe ancora più frizzanti le sensazioni forti di questa stagione, ma Luca sa bene che al primo duello diretto con Rossi, proprio Rossi farà di tutto per... regalargli una bella delusione.

Storie di moto, quelle come questa, che possono contribuire a scrivere pagine magiche che solo il mondo delle due ruote può riuscire a scrivere. Rossi che sta per vivere la sua ultima stagione da Leggenda e il fratello, bravo e ambizioso, che vuole mettere la firma su un debutto a cinque stelle. Uno in Yamaha e l’altro in Ducati, e quindi in sella a due delle marche che puntano a guidare il Mondiale e cacciare all’inferno Marquez e ovviamente anche la Honda.

"Finalmente ci sfidiamo in MotoGp", ripeterà ancora una volta Marini. Bello, troppo bello, ma soprattutto vero. E allora buon divertimento, fratelli.