Andrea Mandorlini è stato uno dei protagonisti dello “scudetto dei record“ del 1989. Oggi è un allenatore, è rimasto molto legato all’Inter, ma nella possibile cessione di Lukaku prova a comprendere le ragioni della società. "I soldi sono tantissimi. Stiamo parlando di un’offerta pazzesca - dice - Privarsi di uno così è complicato, è chiaro. Però l’offerta è allettante e parlo sia del club che del giocatore. Sarebbe difficile, in caso di permanenza, non pensare al fatto che hai detto di no a un’offerta così. Chiaro, si tratta di una perdita enorme, ma il calcio in questo momento deve guardare anche ai conti". Per la sostituzione, Mandorlini fa un discorso di progetto. "Leggo di Vlahovic e Zapata. Dipende anche da che tipo di discorso vuole fare la società, se si vuole avviare un discorso di ringiovanimento. Con 130 milioni di euro puoi mettere a posto una squadra".

m.t.