Giuseppe Tassi

La Juve ha scoperto l’America. Un motorino texano e un artista venuto dalla Colombia rilanciano i campioni nella corsa scudetto. Sono Wiston McKennie, sempre più simile al suo idolo Edgar Davids, e Juan Cuadrado ad accendere la Juve di Pirlo. In un calcio orizzontale, stanco e ripetitivo, i loro strappi, le loro accelerazioni rendono la Signora più bella e imprevedibile. Passo dopo passo, anche il cauto Pirlo ha capito che non può fare a meno degli americani, se vuole rincorrere il decimo scudetto di fila.

All’interno