MONTEVIDEO (Uruguay)

Non è un esonero come tutti gli altri: Oscar Washington Tabarez non è più il commissario tecnico dell’Uruguay. L’Auf, la Federcalcio uruguaiana, lo ha deciso dopo l’ultima sconfitta incassata dalla Celeste, 3-0 in casa della Bolivia in nelle qualificazioni ai Mondiali, valso il sesto posto con 16 punti che mette a forte rischio il pass per il Qatar.

Così la Federazione, a malincuore come sottolinea nella nota ufficiale, ha deciso di chiudere un ciclo lungo 15 anni. Tabarez in Italia ha allenato Milan e Cagliari, classe 1947, dal 2016 lotta con una malattia, ma ha continuato ad allenare la Nazionale senza risparmiarsi e guidando partite e allenamenti con l’aiuto delle stampelle. Commissario tecnico tra il 1988 e il 1990, il “Maestro” fu richiamato nel 2006, firmando un quarto posto nel Mondiale del 2010 e vincendo la Coppa America del 2011. Sperava di chiudere in Qatar nel 2022, non potrà farlo. La Federazione uruguaiana, come detto, ha voluto sottolineare che l’esonero "non disconosce l’importante contributo di Tabarez al nostro calcio. Riconosciamo gli importanti obiettivi raggiunti in questi 15 anni. Esprimiamo il nostro rispetto e la nostra gratitudine per la professionalità e l’impegno garantiti durante tutti questi anni e l’enorme eredità che il suo lavoro lascerà nella storia della Nazionale".

Il candidato principale per sostituirlo è Diego Aguirre.