HANDANOVIC 5. De Vrij non lo agevola, lui ci mette del suo: 1-0 per gli avversari. La traversa lo salva sulla cannonata di Politano. SKRINIAR 5,5. Un tocco a metà tra un rinvio e un appoggio a Brozovic è il preludio all’autogol dell’1-0. In generale molto impreciso. DE VRIJ 5,5. Si scontra con Handanovic e manda avanti il Napoli. Sfortunato, ma poteva controllare meglio il corpo. Si rifà in parte con un grande intervento in area su Zielinski. ...

HANDANOVIC 5. De Vrij non lo agevola, lui ci mette del suo: 1-0 per gli avversari. La traversa lo salva sulla cannonata di Politano.

SKRINIAR 5,5. Un tocco a metà tra un rinvio e un appoggio a Brozovic è il preludio all’autogol dell’1-0. In generale molto impreciso.

DE VRIJ 5,5. Si scontra con Handanovic e manda avanti il Napoli. Sfortunato, ma poteva controllare meglio il corpo. Si rifà in parte con un grande intervento in area su Zielinski.

BASTONI 6. Il Napoli fa molta meno fatica a sfondare sul lato opposto al suo.

HAKIMI 5,5. Anche quando ha campo per far male non riesce a far valere del tutto la maggiore stazza rispetto a Mario Rui. In compenso in difesa sembra molto migliorato.

BARELLA 6,5. Parte piano, strigliato dall’allenatore. Quando alza i giri del motore si vede. Ha una buona chance, uno stop troppo lungo lo tradisce.

BROZOVIC 6. La sua corsa per farsi vedere dai compagni è inizialmente meno incisiva del solito, la pressione del Napoli è sufficiente a tagliargli i rifornimenti. Cresce alla distanza.

ERIKSEN 6,5. Buona parte degli errori di misura nei tentativi di ripartire partono dai suoi piedi, ma al primo pallone la mette nell’angolino.

DARMIAN 6,5. Mette spesso in difficoltà Di Lorenzo inserendosi a sinistra con tempi perfetti. Ha una buona occasione nel primo tempo ed è presente nell’azione che porta all’1-1.

MARTINEZ 6. Tanto lavoro sporco in copertura e la capacità di mantenere lucidità a sufficienza per essere pericoloso in costruzione. Non riesce però a calciare in porta.

LUKAKU 6. Se anche un colosso come Koulibaly ne soffre la fisicità è tutto dire. Fa ammonire il senegalese, manda in porta Darmian. Sfortunato per i due legni colpiti. Nel secondo tempo cala.

All.. CONTE 6. Per mezz’ora la squadra porta all’estremo il "prima non prenderle". Quando lo svantaggio costringe a mettere la testa fuori i suoi giocano un buon calcio. Con Gagliardini per Eriksen a 6’ dalla fine fa capire che il pari non gli dispiace.

PERISIC 6. Quando entra l’Inter è molto arretrata. Difende bene, in attacco riesce a far poco. SANCHEZ 6. Entra con la solita grinta, ma fatica ad incidere in un momento nel quale il baricentro della squadra è spesso basso. GAGLIARDINI 6. Pochi minuti per mettere sostanza in mezzo. VOTO INTER 6.

Mattia Todisco