10 mar 2022

L’Ucraina ’cancella’ Tymoshchuk

La sua colpa: lavora per lo Zenit San Pietroburgo. La Federazione vuole . togliergli presenze e trofei

Anatoliy Tymoshchuk con la maglia dell’Ucraina agli Europei del 2016
Anatoliy Tymoshchuk con la maglia dell’Ucraina agli Europei del 2016
Anatoliy Tymoshchuk con la maglia dell’Ucraina agli Europei del 2016

Da capitano e bandiera a rinnegato. Lo storico capitano dell’Ucraina Anatoliy Tymoshchuk sarà privato del suo record di 144 presenze e riceverà sanzioni per punizione. Motivo: sta lavorando per il club russo dello Zenit San Pietroburgo. Lo ha annunciato il comitato di etica e fair play della Federcalcio ucraina, che ha accusato Tymoshchuk di aver compiuto una "scelta consapevole che danneggia l’immagine del calcio ucraino".

Oggi Tymoshchuk ha 42 anni e nel suo palmares spicca la Champions League vinta con il Bayern Monaco nel 2013. E’ allo Zenit da quasi dieci anni, dal 2013 al 2015 come giocatore, poi come vice allenatore. Per la commissione etica della Uaf, lavorando per lo Zenit mentre le forze russe invadono l’Ucraina, Tymoshchuk sta violando il codice etico e il fair play dell’associazione. Tra le sanzioni accessorie la cancellazione della licenza di allenatore professionista di Tymoshchuk e la richiesta alle autorità pubbliche di rimuovere i suoi premi e onorificenze statali, la cancellazione delle sue vittorie in Ucraina e del suo nome dal registro ufficiale dei giocatori che hanno rappresentato le squadre nazionali ucraine.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?