Yeman Crippa (Ansa)
Yeman Crippa (Ansa)

E’ arrivata l’ora della regina dei Giochi. Cominciano le gare di atletica leggera a Tokyo, e, se possibile, l’atmosfera olimpica diventa ancora più elettrica. Nella notte italiana, Gimbo Tamberi è già stato impegnato con Stefano Sottile nelle qualificazioni dell’alto. Partite anche le qualificazioni dei 100 donne con Anna Bongiorni e Vittoria Fontana.. Ma alle 13.30 è il momento di Yeman Crippa, impegnato nella finale dei 10mila metri. Il primatista italiano dovrà sfidare rivali di assoluta eccellenza, a partire dai due ugandesi Joshua Cheptegei e Jacob Kiplimo o dal keniano Rhonex Kipruto: tutta gente da abbondantemente meno di 27 minuti, e Yeman farebbe già una grandissima cosa a entrare nei primi dieci.

Alle 13 le batterie della 4x400 mista, in cui schieriamo Edoardo Scotti, Alice Mangione, Rebecca Borga e Vladimir Aceti.

Atletica però già sotto choc per la positività al Covid di Sam Kendricks, asso Usa del salto con l’asta – due volte campione del mondo – che così si ritira dai Giochi.

Nella scherma, speriamo in altre medaglie con la spada a squadre maschile, gara che vedrà il suo epilogo dopo mezzogiorno.

Nel nuoto, Paltrinieri e Acerenza sono impegnati dalle 13.23 nelle qualificazioni dei 1.500 stile, con Greg lanciatissimo doppo l’argento negli 800. Condorelli e Zazzeri ci provano nei 50 stile.