Leo Turrini

Trent’anni dopo l’esordio di papà, che cominciò in Belgio con la Jordan nel 1991. E quasi nove anni dopo l’addio alle armi del capo famiglia, che si congedò definitivamente dalla Formula Uno nell’autunno del 2012, in Brasile.

È francamente impossibile restare indifferenti dinanzi all’annuncio che, dalla prossima primavera, ci sarà un altro Schumacher sulla griglia di partenza dei Gran Premi.

Dico subito che Mick non è Michael. Almeno, non ancora. Ma qualcosa del Dna paterno forse l’ho scorto, fin qui.

Segue all’interno