di Paolo Franci Un like può fregarti di brutto. Se poi sei il Capitano della Roma ’ad aeternum’ – in eterno. Sì, in latino, giusto per restare tra il Colosseo e i mercati traianei – e piazzi un like al tuo ex compagno, Kostas Manolas, che proprio la sera prima ti ha rifilato quattro pere, dire che sei andato a cercartele è dire poco. Ancora una volta, Francesco Totti scivola sul like e lo fa in maniera fragorosa. Va bene che Manolas è suo amico, va bene complimentarsi, ma...

di Paolo Franci

Un like può fregarti di brutto. Se poi sei il Capitano della Roma ’ad aeternum’ – in eterno. Sì, in latino, giusto per restare tra il Colosseo e i mercati traianei – e piazzi un like al tuo ex compagno, Kostas Manolas, che proprio la sera prima ti ha rifilato quattro pere, dire che sei andato a cercartele è dire poco.

Ancora una volta, Francesco Totti scivola sul like e lo fa in maniera fragorosa. Va bene che Manolas è suo amico, va bene complimentarsi, ma farlo dopo la peggior disfatta romanista della stagione, beh, converrete che non sarà il massimo. Cioè se lui scrive su Instagram: "Grande vittoria! Forza Napoli sempre!" e tu sei un simbolo e monumento del romanismo più sentito, è chiaro che mettendo un like te le vai a cercare. E infatti s’è scatenata la bufera social. "Come ti viene in mente??", "Roba da matti" e via dicendo sono i commenti più delicati. Totti ha 4 milioni di followers e, naturalmente, i ’tottisti’ professionisti, si sono schierati con la tesi dell’errore. In sintesi cioè, "colpa del media manager", perchè è noto che i vip hanno chi gli cura i social. O, versione ancor più barricadera, colpa del programma automatico che sparge like a destra e a manca in modo trasversale e democratico. Cioè, cosa non si dice (e scrive) per difendere il Capitano. In realtà, anche se fosse un collaboratore o robot o chi diavolo volete voi, quello è il profilo di Totti e certo un poco di attenzione in più non guasterebbe, almeno in occasioni delicate come questa. Anche considerando anche i rapporti molto difficili che intercorrono tra le due tifoserie a causa del famoso gestaccio di Bagni dopo un Roma-Napoli degli anni ’80.

I meno affezionati al capitano sottolineano come il suo essere ’rosicone’ – lo dice anche lui: "Sono un permaloso. Come dicono a Roma, un rosicone.." – lo porti ogni tanto a entrare in collisione con la sua ex squadra, forse per troppo amore o perchè pentito di averla lasciata. In ogni caso, non è la prima volta che Totti scivola sul like. Anzi, aveva acceso la miccia diverse volte, come in quell’occasione in cui mise il like a Gigi Buffon che festeggiava una vittoria in uno Juve-Roma. Per non parlare del like al suo amico Bobo Vieri nel giorno in cui si univa ai festeggiamenti per il compleanno della Lazio. Un altro ‘like’ galeotto, apparve invece ad un commento che criticava Alessandro Florenzi, ma in quel caso arrivò la smentita diretta del Capitano.