L’Italia è campione d’Europa anche nel football americano: la gioia del Blue Team che ieri ha battuto la Svezia in finale
L’Italia è campione d’Europa anche nel football americano: la gioia del Blue Team che ieri ha battuto la Svezia in finale
di Doriano Rabotti Un giorno diventerà l’inizio di una favola, un classico da raccontare ai bambini: "Era il 2021, c’era un campionato Europeo, e lo vinceva l’Italia". Purtroppo ormai l’anno volge al termine, ma ieri è stata messa un’altra pietra d’oro sulla fantastica collana di successi del nostro sport. Siamo campioni d’Europa anche di football americano, e che si tratti di un’impresa lo dimostrano due note storiche: è solo la terza...

di Doriano Rabotti

Un giorno diventerà l’inizio di una favola, un classico da raccontare ai bambini: "Era il 2021, c’era un campionato Europeo, e lo vinceva l’Italia".

Purtroppo ormai l’anno volge al termine, ma ieri è stata messa un’altra pietra d’oro sulla fantastica collana di successi del nostro sport. Siamo campioni d’Europa anche di football americano, e che si tratti di un’impresa lo dimostrano due note storiche: è solo la terza volta che succede, e l’ultima risale a 34 anni fa. Ieri il Blue Team, come viene chiamata la nostra nazionale, ha sconfitto a domicilio la Svezia favorita. Di più: l’ha demolita, come dimostra il punteggio finale di 41-14, al termine di una partita dominata dall’inizio alla fine.

Gli scandinavi non era avvantaggiati solo dal fatto che si giocasse a Malmoe, con la spinta del loro pubblico: a differenza dei nostri, che avevano superato la semifinali senza colpo ferire perché la Francia era stata sgambettata dal Covid, i vichinghi avevano giocato contro la Finlandia ed erano sicuramente più pronti, considerato che i nostri non scendevano in campo per una partita vera da due anni, causa pandemia...

Si vede che il digiuno da campo ha fatto meglio ai nostri, guidati dal quarterback Luke Zahradka, uno dei dieci oriundi del gruppo. Anche se il più americano di tutti sembra il romanissimo Jordan Bouah, cresciuto nella Capitale dalla quale prese anche il volo per andare a fare la preseason in Canada negli Ottawa Redblacks, primo italiano.

Ieri sul campo c’è stata solo una squadra: la prima corsa in touchdown di Gentili ha scatenato l’inferno per i nordici, al resto hanno pensato lo stesso Bouah, Alinovi, le trasformazioni di Felli, insomma all’intervallo l’Italia è avanti 34-0 e i giochi sono già fatti. I ragazzi di coach Giuliano devono solo fronteggiare un tentativo di reazione all’inizio del terzo quarto, e lo fanno senza problemi: nel finale c’è spazio anche per Reilly Hennessey in cabina di regia al posto di Zahradka, ma sull’ultimo touchdown di Diaco il punteggio è sul 41-14 e il quarterback titolare esce per fare passerella. L’Italia è campione d’Europa e conquista anche la qualificazione ai prossimi mondiali.

Peccato che questo 2021 tra due mesi debba finire.