di Leo Turrini Anche lui. Tramite i social, Charles Leclerc ha fatto sapere di avere contratto il Covid. Il pilota della Ferrari ha rassicurato tutti i fans, parlando di “lievi sintomi”. Il vincitore del Gran Premio d’Italia del 2019 è attualmente in isolamento nella sua residenza di Montecarlo. Per parte sua l’azienda del Cavallino ha confermato che Carletto si è scrupolosamente attenuto ai protocolli...

di Leo Turrini

Anche lui. Tramite i social, Charles Leclerc ha fatto sapere di avere contratto il Covid. Il pilota della Ferrari ha rassicurato tutti i fans, parlando di “lievi sintomi”. Il vincitore del Gran Premio d’Italia del 2019 è attualmente in isolamento nella sua residenza di Montecarlo.

Per parte sua l’azienda del Cavallino ha confermato che Carletto si è scrupolosamente attenuto ai protocolli che governano le attività della Formula Uno in tempi di pandemia. Avuta notizia di essere stato a contatto con una persona poi risultata positiva ai controlli, Leclerc si è immediatamente sottoposto a tampone. Ricevendo la risposta che volentieri si sarebbe risparmiato...

L’IPOTESI. Secondo talune ricostruzioni circolate sul web, il driver della Rossa si era recato a Dubai in compagnia della fidanzata. Lì avrebbe incontrato un amico, forse asintomatico.

Appresa la positività, Leclerc ha informato tutti gli individui che aveva incontrato durante il soggiorno nel Golfo Persico.

IL QUINTO. Prima di Charles, il virus aveva fermato, in momenti diversi, quattro altri piloti di Formula Uno. Durante la stagione, erano stati costretti a saltare almeno una gara il campione del mondo Lewis Hamilton, il messicano Perez e il canadese Stroll. Poi, a mondiale concluso, era stato messo kappao dal Covid l’alfiere della McLaren, il britannico Norris. Si sono tutti ripresi in tempi rapidi.

IL LAVORO. In questo periodo, i motori sono fermi. In fabbrica gli ingegneri stanno però portando avanti la realizzazione della SF21, la monoposto con la quale Leclerc e il neo arrivato Sainz affronteranno il campionato prossimo venturo, sognando di avvicinarsi almeno un po’ a Mercedes e Red Bull.

Il calendario della Formula Uno è già pesantemente condizionato dagli effetti della pandemia: la tappa australiana, che doveva inaugurare il mondiale, è slittata all’autunno. Si comincerà a fine marzo nel deserto del Bahrain e poi ci sarà l’appuntamento con Imola.

Leclerc spera di potersi ripresentare in Italia entro la fine del mese di gennaio. Intanto, auguri.