Uno spettacolo nello spettacolo. Tutto il Continente - e non solo - aspetta da un anno questo Europeo rinviato a causa della pandemia e stasera gli occhi saranno tutti sull’ Olimpico. C’è un’attesa da Grande Bellezza. E Roma è pronta al grande evento. Il sorvolo delle Frecce Tricolori sopra lo stadio, la musica di Bono e di Andrea Bocelli, due grandi icone del nostro calcio come Francesco Totti e Alessandro Nesta e, per finire, i fuochi d’artificio. Mezz’ora di puro spettacolo: è il ricchissimo menù aspettando il calcio d’inizio di Italia-Turchia, alle 21. Ma nella...

Uno spettacolo nello spettacolo. Tutto il Continente - e non solo - aspetta da un anno questo Europeo rinviato a causa della pandemia e stasera gli occhi saranno tutti sull’ Olimpico. C’è un’attesa da Grande Bellezza. E Roma è pronta al grande evento.

Il sorvolo delle Frecce Tricolori sopra lo stadio, la musica di Bono e di Andrea Bocelli, due grandi icone del nostro calcio come Francesco Totti e Alessandro Nesta e, per finire, i fuochi d’artificio. Mezz’ora di puro spettacolo: è il ricchissimo menù aspettando il calcio d’inizio di Italia-Turchia, alle 21.

Ma nella giornata inaugurale degli Europei lo show più bello sarà attorno al rettangolo di gioco, sugli spalti che torneranno a condire l’evento con l’ingrediente più importante: i tifosi. Certo - come ha detto il ct Roberto Mancini ieri - non sarà come avere l’Olimpico pieno, ma la presenza dei 15.948 spettatori sarà un tocco fondamentale alla serata. Del resto, l’Uefa era stata chiara: gli Europei si giocheranno solo dove sarà garantita la presenza del pubblico e questo a Roma è stato possibile grazie all’ordinanza che ha permesso il ritorno degli spettatori allo stadio con una capienza fissata al 25%.

Precise e scrupolose le regole anti-Covid. L’ingresso del pubblico comincerà alle 18 con scaglioni previsti ogni mezz’ora (l’orario personale di entrata è scritto su ogni singolo biglietto). A ogni persona verrà misurata la temperatura e tutti dovranno essere in possesso di avvenuta vaccinazione contro il Covid, oppure della certificazione di avvenuta guarigione o di certificazione di negatività a un test antigenico molecolare o rapido effettuato non oltre le 48 ore precedenti l’inizio della gara. All’interno dello stadio sarà obbligatorio rispettare il posto assegnato sul biglietto, mantenendo il distanziamento di 1 metro sia frontalmente che lateralmente, così come è obbligatorio l’utilizzo della mascherina (preferibilmente di tipo chirurgico o FFP2), sia all’esterno che all’interno dello stadio.

Rispettate tutte le direttive anti Covid-19, alle 20.30 prenderà il via la cerimonia di apertura. Si inizierà con un video che mostrerà gli ultimi 60 anni dell’Europeo Uefa. Totti e Nesta accoglieranno il pubblico e lanceranno in aria un pallone che farà scattare l’esibizione delle Frecce Tricolori. Sarà presente anche la banda musicale della Polizia di Stato e la guardia d’onore della Polizia a cavallo che sfilerà insieme a 24 atleti per simboleggiare i Paesi partecipanti alla competizione. In azione ci saranno anche ballerini, giovani atleti del gruppo sportivo Fiamme Oro e 12 percussionisti. Lo spettacolo proseguirà con una performance virtuale dell’inno ufficiale a "We are the people", composto dal dj e produttore Martin Garrix insieme a Bono e The Edge degli U2. A chiudere Andrea Bocelli eseguirà il "Nessun Dorma" e i giochi pirotecnici introdurranno il calcio d’inizio di Italia-Turchia.