Il Perù di Lapadula sfida il Brasile di Neymar nella prima semifinale della Coppa America, nella notte italiana tra domani e mercoledì. Davide contro Golia, certo, ma il Perù sogna. E lo fa grazie all’attaccante del Benevento, nato in Italia, che fin qui è stato l’autentico trascinatore della squadra. E non solo per la doppietta segnata al Paraguay su azione e per aver controbuito a farla vincere la roulette dei rigori. L’attaccante è diventato l’anima del gruppo che ora si trova di fronte la corazzata Brasile e soprattutto di Neymar ancora alla caccia del record di reti di Pelè.

La partita ha il sapore di una rivicinta. I verdeoro sono i campioni in carica, avendo vinto nel 2019 con il 3-1 in finale proprio contro il Perù. Ma Lapadula in quell’occasione non c’era e oggi le speranze dei peruviani sono riposte soprattutto su di lui.