Nel prossimo fine settimana il circo della Formula 1 approda per la prima volta in Qatar, in un circuito dove la MotoGp è di casa, ma dove le monoposto non hanno ancora gareggiato. Un debutto che servirà anche come test importante per valutare le condizioni e le caratteristiche di un circuito nel quale le vetture, a partire dalla stagione 2023, dovranno confrontarsi fino al 2030. Le difficoltà legate alla pandemia e alle relative restrizioni nei vari paesi hanno imposto alcune modifiche, fino alla decisione che aveva visto il ballottaggio tra il Qatar, appunto, e una seconda gara in Bahrain in sostituzione di quella in Australia. A Losail si correrà dunque nel prossimo weekend a partire da venerdì per le libere e le qualifiche e sarà la terzultima prova del campionato: seguirà la tappa in Arabia Saudita e quella conclusiva ad Abu Dhabi. Una caratteristica interessante del circuito di Losail, non lontano da Doha, è la possibilità di correre di notte, grazie ad un perfetto impianto di illuminazione, che ha consentito alla MotoGp, nel 2008, di dar vita alla prima gara in notturna del motomondiale.