Riparte da Tirrenia la scherma italiana con il primo raduno della spada col nuovo ct Dario Chiadò, che avrà a disposizione 40 atleti per iniziare il nuovo corso: "Le grandi motivazioni che animano me, lo staff e soprattutto ogni singolo atleta sono alla base del lavoro che abbiamo appena impostato. Il ritiro allargato –ha detto Chiadò – rappresenta un modo per poter incontrare tutto il gruppo, stare insieme, parlare singolarmente con ragazzi e ragazze e avviare il lavoro a poco più d’un mese dai primi appuntamenti di Coppa del Mondo. C’è chance per tutti. Sono sicuro – conclude Chiadò – di avere a disposizione un potenziale importante sia al maschile che al femminile".