Edin Dzeko, al centro nella foto, festeggiato dopo la rete in apertura di partita. Dopo i dissidi con Fonseca, l’attaccante giallorosso vuole tornare leader dei giallorossi
Edin Dzeko, al centro nella foto, festeggiato dopo la rete in apertura di partita. Dopo i dissidi con Fonseca, l’attaccante giallorosso vuole tornare leader dei giallorossi

SPORTING BRAGA

0

ROMA

2

Primo tempo: 0-1

SPORTING BRAGA (3-4-2-1): Matheus; Tormena, Silva, Sequeira; Esgaio, Al Musrati, Fransergio (st 25’ A. Horta), Galeno (st 25’ Borja); R. Horta (st 17’ Piazon), Gaitan (st 11’ Zé Carlos); Sporar (st 17’ Ruiz). All. Carvalhal

ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante (pt 7’ Bruno Peres), Ibañez (st 8’ Villar); Karsdorp, Diawara, Veretout, Spinazzola; Mkhitaryan, Pedro (st 26’ El Shaarawy); Dzeko (st 26’ Mayoral). All. Fonseca.

Arbitro: Kovacs.

Reti: pt 5’ Dzeko, st 41’ Borja Mayoral.

Note: ammoniti Carvalhal, Raul SIlva. Espulso: Esgaio al 54’ (d.ammonizione).

Il gol sì, la fascia no. Nella notte di Coppa in cui la Roma ritrova l’uomo da 114 gol in maglia giallorossa dal primo minuto, arriva la preziosa vittoria nei sedicesimi di Europa League. E così Edin Dzeko festeggia il gol decisivo che mette la doppia sfida contro i portoghesi decisamente in discesa. Lo fa, però, senza fascia da capitano al braccio, che Fonseca ha deciso di affidare a Cristante.

Sono bastati cinque minuti per mettere in scena un grande classico della fase offensiva romanista: strappo di Spinazzola, palla in mezzo e guizzo vincente del bosniaco. Da lì, la Roma ha tenuto in pugno la partita, s’è vista annullare due gol a mezzo Var (Pedro e Mkhitaryan) e, con il Braga in dieci nell’ultima mezz’ora, ha chiuso il match con il decimo gol stagionale di Borja Mayoral.

p. f.