Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
15 giu 2022

La ’Regina’ torna a Wimbledon Serena Williams sempreverde

A quasi 41 anni ridarà l’assalto al 24esimo Slam dopo il lungo stop. Queen’s, Berrettini ok

15 giu 2022

Prossima ai 41 anni, e ora numero 1.208 del mondo. Ma Serena Williams (nella foto) è un mito assoluto del tennis, e Wimbledon, con la sua annunciata presenza, riacquisirà con gli interessi quel che perderà in termini di charme con la non assegnazione dei punti Atp per la nota vicenda dell’esclusione dei tennisti russi e bielorussi (che invece andranno senza bandiera all’Us Open).

E’ stata l’atleta americana, ieri, a rompere gli indugi dando le coordinate del torneo cui ha deciso di prendere parte grazie alla wild card che le è stata assegnata: proprio quelle dell’All England Club che ospiterà da lunedì 27 giugno l’evento più famoso al mondo della racchetta. Serena si era vista in campo per l’ultima volta proprio a Wimbledon nel 2021, e non era stato affatto memorabile quanto era riuscita a ottenere sul campo, anzi: si era ritirata al primo turno per un infortunio alla coscia mentre affrontava Sasnovic. Poi più nessun torneo, tanto che alcuni pensavano a un ritiro di fatto.

Non è così, perché la Williams, vincitrice per sette volte del torneo londinese e madre dal settembre 2017, ritorna nell’agone e le avversarie non possono stare tranquille. E’ vero, il 24esimo Slam – le manca solo un trionfo per eguagliare il record di Margaret Smith Court – pare ancora un miraggio e forse resterà tale perché l’ultimo major vinto è del 2017, in Australia, ma ’The Queen’ può davvero tutto o quasi tutto su un campo di tennis.

Ieri Matteo Berrettini ha iniziato col piede giusto il torneo del Queen’s, sempre sull’erba e sempre a Londra, di cui è campione uscente.

Un doppio 6-3 lo ha fatto prevalere su Daniel Evans, britannico quanto mai ostico sull’erba e che aveva già battuto l’anno scorso. Matteo ha faticato più di quanto dica il punteggio, ma si è sempre ritrovato grazie al servizio (da migliorare solo la seconda) e alla capacità di incidere col dritto nei momenti clou. Domani affronterà negli ottavi lo statunitense Kudla che ha battuto Sonego in tre set al primo turno.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?