Kimi Raikkonen, 41 anni, aiuta i commissari a spegnere le fiamme della sua Alfa: incendio innescato forse da una perdita d’olio finita negli scarichi
Kimi Raikkonen, 41 anni, aiuta i commissari a spegnere le fiamme della sua Alfa: incendio innescato forse da una perdita d’olio finita negli scarichi
di Leo Turrini KR7 in versione ...pompiere. Dopo il grande spavento per Grosjean in Bahrain, si rivedono le fiamme in Formula Uno. Per fortuna stavolta il contesto è stato decisamente meno drammatico: una vampata di fuoco si è levata dal retrotreno di Kimi Raikkonen. Il finlandese si è accorto subito del problema, forse innescato da una perdita d’olio finita gli scarichi. L’ex ferrarista ha tranquillamente parcheggiato la vettura a bordo pista, è uscito dall’abitacolo e ha addirittura chiesto ad...

di Leo Turrini

KR7 in versione ...pompiere. Dopo il grande spavento per Grosjean in Bahrain, si rivedono le fiamme in Formula Uno. Per fortuna stavolta il contesto è stato decisamente meno drammatico: una vampata di fuoco si è levata dal retrotreno di Kimi Raikkonen. Il finlandese si è accorto subito del problema, forse innescato da una perdita d’olio finita gli scarichi. L’ex ferrarista ha tranquillamente parcheggiato la vettura a bordo pista, è uscito dall’abitacolo e ha addirittura chiesto ad uno dei commissari un estintore, per poter collaborare allo spegnimento.

Tutto questo è accaduto ad Abu Dhabi, durante la seconda sessione delle prove libere. Come è ormai tradizione, il circuito di Yas Marina ospita la tappa finale del campionato.

IL RITORNO. Ieri, come annunciato, Lewis Hamilton si è di nuovo impossessato della Mercedes. Guarito dal Covid, il sette volte campione del mondo ha esternato la sua contentezza. "Non ho trascorso un periodo semplice -ha raccontato- Ero chiuso in un hotel, in quarantena. Ma adesso il virus e’ un ricordo e mi sento come un bambino al primo giorno di scuola".

Hamilton ha ottenuto il secondo miglior tempo di giornata, alle spalle del compagno di squadra Bottas.

INDIETRO. Così, per effetto di un tampone negativo, è momentaneamente svanito il sogno di George Russell.

Dopo aver sfiorato il trionfo con la Mercedes nella seconda gara di Sakhir, il giovane britannico si è dovuto riadattare alla malinconica realtà della Williams, il team che lo ha sotto contratto anche per il 2021. E ovviamente ad Abu Dhabi il ragazzo non avrà modo di battersi per la vittoria...

IL DEBUTTO. Ieri mattina, nella prima sessione delle prove libere, Mick Schumacher ha assaggiato il pane della Formula Uno. Il figlio d’arte ha fatto il suo esordio con la Haas, la squadra motorizzata Ferrari per la quale gareggerà l’anno prossimo.

Schumi junior ha ottenuto il diciottesimo tempo, precedendo il compagno di scuderia Fittipaldi.

LA ROSSA. Senza più l’ad Camilleri, dimissionario, e senza Mattia Binotto ai box (il capo del reparto corse è rientrato in Italia per un problema di salute, non correlato al Covid), la Ferrari ha firmato l’ottavo tempo con Leclerc, che domenica sarà penalizzato di tre posizioni in griglia per l’incidente provocato in Bahrain. Quindicesimo Vettel, che ha preparato un casco speciale per salutare la Rossa. Stessa idea per Charles che renderà omaggio al compagno con tanto di scritta "Danke Seb".

Oggi dalle 14 (diretta Sky) la caccia all’ultima pole dell’anno.