Mercoledì 17 Luglio 2024
MATTIA TODISCO
Sport

Italia-Ucraina 2-1, le pagelle degli azzurri. Locatelli sfortunato ma prezioso

Qualificazioni a Euro 2024: prima vittoria di Spalletti che vale il secondo posto nel girone

Italia batte Ucraina 2-1 (Aldo Liverani Sas)

Italia batte Ucraina 2-1 (Aldo Liverani Sas)

Milano, 12 settembre 2023 - L'Italia batte l'Ucraina a San Siro con 2 gol di Frattesi e torna in corsa per Euro 2024. Nel match valido per le qualificazioni agli Europei di calcio, Spalletti ottiene la sua prima vittoria sulla panchina della Nazionale. Vittoria che vale il secondo posto nel girone. Ecco le pagelle degli azzurri. 

Classifiche e risultati 

DONNARUMMA 6,5. Si salva due volte con grande riflesso, sul secondo lo condanna più Dimarco che l’avversario.

DI LORENZO 6. Avvio a spron battuto, al quale non fa seguito un prosieguo altrettanto tambureggiante.

SCALVINI 5,5. La legge gasperiniana non prevede difesa a quattro e quando l’Ucraina punge si nota qualche lacuna di posizione.

BASTONI 6. Attento nelle chiusure e propositivo col pallone tra i piedi.

DIMARCO 5. Il piede educato stavolta non basta. Fa una frittata sul 2-1.

FRATTESI 7,5. Fin da subito uno dei più attivi negli inserimenti a destra. In area ha medie da centravanti.

LOCATELLI 6,5. Nel cuore di tante azioni, soprattutto nel buonissimo avvio. Sfortunato sulla traversa.

BARELLA 6. Uno stop troppo lungo, una presenza meno assidua del solito. Per larghi tratti un Barella minore.

ZANIOLO 7. Cercato spesso dai compagni, tenta più volte l’uno contro uno e crea situazioni favorevoli in attacco.

RASPADORI 5,5. Fa gran movimento. Spreca almeno un paio di opportunità non proprio da "nove" vero.

ZACCAGNI 6. Sfrutta al meglio lo scivolone dell’avversario per servire Frattesi. A metà ripresa sciupa un possibile tris più che fattibile.

All. SPALLETTI 6. La condizione di tanti è lontana dal top. Finché c’è benzina l’Italia domina la partita, poi gestisce ma tiene aperta una pratica da risolvere prima.

BIRAGHI 6. Entra e calcia un bel corner sulla testa di Scalvini.

GNONTO 6. Fa ammonire il primo avversario che incrocia. Bene anche nell’azione della traversa di Locatelli, meno quando fallisce il 3-1.

ORSOLINI 5,5. Un fallo al limite della propria area, per fortuna senza conseguenze.

RETEGUI sv. CRISTANTE sv.