19 mar 2022

Italia in Galles per scongiurare il cucchiaio

Alle 15,15 l’ultima gara del Sei Nazioni dopo 36 sconfitte di fila

Un’azione dell’Italia contro la Scozia
Un’azione dell’Italia contro la Scozia
Un’azione dell’Italia contro la Scozia

L’aria sta cambiando, intorno alla nazionale di rugby. E i giocatori lo sentono. Amata anche quando perdeva, per l’impegno e perché spesso le sconfitte arrivavano di misura, negli ultimi tempi la squadra azzurra che oggi affronterà il Galles si è trovata a fare i conti con numeri impietosi: sono 36 le sconfitte consecutive nelle partite del Sei Nazioni, e la prospettiva per oggi pomeriggio alle 15,15 a Cardiff non è di quelle più incoraggianti. Quindi capitan Lamaro ci mette la faccia per proteggere il gruppo che anche stavolta rischia il cucchiaio di legno, riservato a chi arriva ultimo nel torneo.

E pensare che in Galles e a Cardiff in particolare il cucchiaio di legno viene usato tradizionalmente come dono tra i fidanzati.

L’Italia è la Cenerentola anche quest’anno, con tanti giovani contro gli esperti gallesi che invece porteranno oggi Alun Wyn Jones ai 150 caps e Dan Biggar a quota 100. Finora gli azzurri hanno battuto in due sole occasioni i gallesi, nel 2003 e nel 2007, a Roma, contro i 27 successi dei rossi. Nessuna vittoria, invece, in Galles e come miglior risultato a Cardiff uno storico pareggio nel 2006. "Non ammetto che si metta in discussione il nostro impegno, che si dica che non facciamo abbastanza: in campo mettiamo tutto l’impegno e la passione, semplicemente a volte si gioca meno bene e le cose non vengono – dice il capitano azzurro Michele Lamaro –. Stiamo imparando tantissimo. Abbiamo cominciato a creare un gruppo che andrà avanti per questa strada, e abbiamo rivisitato diverse criticità che erano emerse a novembre per provare a metterle a posto. Siamo cresciuti sui calci di punizione concessi, in difesa e anche un po’ in attacco. Non sono capitano da molto tempo – dice ancora Lamaro –, ma posso dire che il gruppo si sta amalgamando molto bene. Purtroppo i risultati non arrivano. Ma di certo nell’Italia si è visto carattere".

Il ct Kieran Crowley ha ufficializzato la formazione che affronterà il Galles al Principality Stadium: triangolo allargato con Capuozzo, alla prima da titolare, Ioane e Padovani all’ala. Conferma per la coppia di centri Brex-Marin e la mediana formata da Garbisi e Braley. Terza linea con Halafihi, Lamaro e Pettinelli. Seconda con Fuser e Ruzza. Conferma in prima linea per Ceccarelli, Nicotera e Fischetti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?