Terza giornata del Sei Nazioni per la Nazionale di rugby che oggi alle 15.15 all’Olimpico di Roma (diretta in chiaro su Dmax, canale 52 del digitale terrestre) affronta l’Irlanda dopo i ko con Francia e Inghilterra. "Entriamo sempre in campo per vincere in ogni partita – dice il ct azzurro Franco Smith. È uno dei nostri...

Terza giornata del Sei Nazioni per la Nazionale di rugby che oggi alle 15.15 all’Olimpico di Roma (diretta in chiaro su Dmax, canale 52 del digitale terrestre) affronta l’Irlanda dopo i ko con Francia e Inghilterra.

"Entriamo sempre in campo per vincere in ogni partita – dice il ct azzurro Franco Smith. È uno dei nostri obiettivi: essere competitivi in ogni match che affrontiamo. Nel nostro gioco ci sono due fasi che vanno evidenziate: gioco con palla in mano in attacco e senza palla in mano in difesa. Proviamo a concretizzare maggiormente tutte le azioni che creiamo per aumentare la pressione sulla squadra avversaria. Vogliamo essere piu’ imprevedibili in attacco e i giocatori sono in linea con questa mentalità".

Vero è che l’Italia (Monty Ioane nella foto) è reduce da 29 sconfitte di fila nel torneo, e l’Irlanda è l’ultima squadra che siamo riusciti a battere in casa, otto anni fa.

Ieri intanto si è appreso che l’Italia farà il suo debutto nella Coppa del Mondo di rugby, in programma nel 2023, il 9 settembre contro la qualificata del gruppo Africa 1 a Saint’Etienne. E’ stato infatti sorteggiato il calendario del torneo iridato, che si aprirà ufficialmente con Francia-Nuova Zelanda l’8 settembre allo Stade de France. Per quanto riguarda gli altri incontri dell’Italia, in calendario la sfida ad America 1 a Nizza il 20 settembre, agli All Blacks e alla Francia a Lione il 29 settembre ed il 6 ottobre. La finale è in programma il 28 ottobre. Aumentate le rose giocatori da 31 a 33 atleti. Fase a gironi prolungata di una settimana per garantire recuperi minimi di cinque giorni a tutte le Nazionali partecipanti.