22 gen 2022

Inter last minute: col Venezia per ora si gioca

La partita alle 18: i lagunari ieri avevano 5 positivi. E intanto il giudice ha deciso: col Bologna niente 3-0, la gara ci sarà. Probabile ricorso

Lautaro Martinez torna titolare con Dzeko, per Sanchez l’inizio sarà in panchina
Lautaro Martinez torna titolare con Dzeko, per Sanchez l’inizio sarà in panchina
Lautaro Martinez torna titolare con Dzeko, per Sanchez l’inizio sarà in panchina

di Mattia Todisco Inter-Venezia, per ora, si gioca. L’ultima conferma arriverà oggi, ma al momento i positivi dei veneti tra i 25 giocatori della lista presentata alla Lega Calcio, come da nuovo protocollo, sono soltanto 5. A meno che non ne arrivino altri 4 nelle ore precedenti all’incontro, alle 18 ci sarà regolarmente il fischio d’inizio. Gli ospiti dovrebbero tra l’altro essere guidati dal vice-allenatore Bertolini, perché anche Zanetti è tra i positivi al tampone. Il fatto che si giochi è una buona notizia per i nerazzurri, se davvero si giocherà, perché la squadra di Inzaghi ha da ieri ufficialmente un’altra partita da recuperare. Il giudice sportivo ha infatti deciso di non sanzionare il Bologna con lo 0-3 a tavolino dopo la gara del 6 gennaio scorso a cui i felsinei non si sono presentati perché bloccati dalla Ausl a seguito di un focolaio Covid. Decisione contro cui la società campione d’Italia è pronta a fare ricorso. L’Inter nella partita di oggi cambierà molto rispetto alla partita di mercoledì in Coppa Italia. Il tecnico nerazzurro ha utilizzato in maniera massiccia le rotazioni a sua disposizione e con l’arrivo del campionato ripresenterà la miglior versione possibile. Solo Correa marcherà visita, visto che gli esami effettuati ieri hanno evidenziato una distrazione muscolare ai flessori della coscia sinistra. Tra quindici giorni la situazione verrà rivalutata, l’argentino potrebbe restare fuori per circa un mese. L’obiettivo è provare a recuperarlo entro la sfida di Champions con il Liverpool del 16 febbraio. Da Handanovic a Dzeko passando per i tre difensori, i centrali di centrocampo e le punte, i cambi potrebbero essere fino a nove. Inzaghi sa bene che, con Milan-Juventus in programma domani, c’è l’occasione per un ulteriore allungo in vetta. Una vittoria contro il Venezia stasera metterebbe sicuramente pressione al Milan, che però a ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?