Harry Kane, 27 anni, ha trovato il primo gol del suo Europeo: in uscita dal Tottenham, su di lui c’è il City. Nel riquadrato, sugli spalti il principe William con la moglie Kate
Harry Kane, 27 anni, ha trovato il primo gol del suo Europeo: in uscita dal Tottenham, su di lui c’è il City. Nel riquadrato, sugli spalti il principe William con la moglie Kate
di Ilaria Checchi Sotto gli occhi del Principe William, della consorte Kate e del piccolo George, l’Inghilterra è scesa in campo a Wembley per affrontare la Germania di Low per strappare il pass dei quarti di finale: 2-0 il verdetto del campo in favore dei padroni di casa grazie agli acuti di Sterling e Kane. Partita vivace con gli inglesi subito all’attacco con la punizione di Shaw ma dopo pochi minuti è la Germania a prendere le redini del gioco: il calcio piazzato di Havertz è un campanello d’allarme ma al quarto d’ora è Sterling con un destro a giro ad impegnare Neuer...

di Ilaria Checchi

Sotto gli occhi del Principe William, della consorte Kate e del piccolo George, l’Inghilterra è scesa in campo a Wembley per affrontare la Germania di Low per strappare il pass dei quarti di finale: 2-0 il verdetto del campo in favore dei padroni di casa grazie agli acuti di Sterling e Kane. Partita vivace con gli inglesi subito all’attacco con la punizione di Shaw ma dopo pochi minuti è la Germania a prendere le redini del gioco: il calcio piazzato di Havertz è un campanello d’allarme ma al quarto d’ora è Sterling con un destro a giro ad impegnare Neuer che si rifugia in corner. Il match si fa dunque equilibrato e alla mezzora sono i tedeschi ad avere la palla dello 0-1 con Werner che, servito tra le linee da Havertz, inquadra la porta con il sinistro ma trova davanti a sé un reattivo Pickford. Gli inglesi non riescono invece a trovare spazi invitanti da sfruttare se non con Maguire e Rice mentre gli attaccanti offrono pochi spunti: prima dell’intervallo i casalinghi alzano il ritmo e prima Saka (chiuso da Goretzka) e poi Harry Kane (anticipato da Hummels) mettono in apprensione la retroguardia avversaria. Al 46’ è ancora il capitano inglese a divorarsi il vantaggio quando, servito da Sterling, non tira di prima ma preferisce controllare venendo così bloccato dal provvidenziale Hummels. Dopo una prima frazione intensa, con occasioni da entrambe le parti, le squadre tornano in campo senza sostituzioni: due minuti di gioco e Pickford è subito chiamato ad un grande intervento per sventare la conclusione di Havertz, servito da Gosens. I casalinghi reagiscono subito con Trippler, ma il suo assist per Walker viene allontanato da Rudiger, e Sterling che spreca una buon’azione peccando di egoismo. Gnabry e Grealish sono le prime mosse di Low e Southgate: è l’Inghilterra a fare la partita nei venti minuti finali e al 74’ è Raheem Sterling a far esplodere di gioia Wembley trovando la rete dell’1-0.

Da un errore di Rudiger arriva il diagonale imprendibile per Neuer su cross rasoterra di Luke Shaw: terzo gol in quattro partite per il giocatore del City. I tedeschi cercano la reazione ma la punizione al 78’ di Muller (per fallo di Maguire su Kimmich) si infrange sulla barriera e tre minuti dopo l’attaccante del Bayern Monaco spreca clamorosamente la palla del pari: Sterling perde palla a metà campo lanciando così Havertz che prolunga per Muller ma il trequartista tedesco si lascia ipnotizzare da Pickford calciando sul fondo a porta vuota. Gli ultimi giri di orologio sono di tensione e adrenalina pura ma i padroni di casa mettono la parola fine alla contesa all’85 con capitan Kane: servito perfettamente dal neo entrato Grealish (bravo a rubare palla a Gnabry), l’attaccante del Tottenham beffa Neuer con un’incornata di precisione e potenza per il 2-0 finale. Primo gol agli Europei per Kane, una rete che vale doppio vista la caratura dell’avversario e la posta in palio.