Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
2 giu 2022

Il voto di Cardinale: "Milan, solo vincere"

Ufficializzato il passaggio della maggioranza a RedBird, il nuovo patron ha incontrato Maldini, Massara, Gazidis e Pioli

2 giu 2022
ilaria checchi
Sport

di Ilaria Checchi

Dopo il signing avvenuto per il passaggio di proprietà per 1,2 miliardi di euro a RedBird, il Milan ha ufficializzato il passaggio di consegne societario: operazione completata, dunque, con il closing previsto entro il mese di settembre 2022, mentre Elliott rimarrà nel club come socio di minoranza.

L’agenda del numero uno del fondo statunitense, Gerry Cardinale, è stata nelle ultime 24 ore fitta di impegni: dopo aver incontrato la dirigenza rossonera, tra cui Paolo Maldini e Frederic Massara (è attesa la fumata bianca per il rinnovo di entrambi) e lo stesso tecnico Stefano Pioli, Cardinale ha poi avuto un incontro informale con i media dove ha illustrato la sua filosofia di pensiero: "Vorrei fare le congratulazioni a Elliott, Ivan Gazidis e al presidente Paolo Scaroni per quanto raggiunto in questo ultimo anno. Sono nel mondo sportivo da 25 anni, ma quello che è stato conquistato qui è davvero incredibile – ha detto Cardinale –. Ho speso un paio d’ore a visitare il Museo del Milan e ho potuto toccare con mano quanto ha fatto questo club, e il ruolo che dobbiamo ricoprire è quello di custodi, facendolo con grande umiltà e riconoscendo quanto sia importante il lavoro di squadra".

Il nuovo proprietario ha poi parlato degli obiettivi prefissi: "Il business e il capitale nel mondo dello sport di oggi impone un impegno diverso, ma sempre con lo stesso sentimento. Io odio perdere, mi sento un vincitore come lo siete voi e quindi il futuro dovrà essere costruito sui successi raggiunti finora con la volontà di vincere. La domenica dello Scudetto ho avuto il privilegio di vivere tutto con un’anima da tifoso, partecipando ai festeggiamenti senza essere riconosciuto nel mio ruolo ed è stato uno spettacolo straordinario: sebbene io abbia vissuto i Campionati della World Series, del Super Bowls, dell’NBA, nulla mi ha trasmesso l’emozione e l’eccitazione che mi ha dato quella giornata".

Infine, Cardinale ha rivolto un pensiero al dodicesimo uomo in campo del Milan: "Qui il rapporto con la tifoseria è molto particolare, in America non è sentito con la stessa emozione: è ai tifosi che dobbiamo restituire quello che ci danno con la loro passione e spero che lo spettacolo che abbiamo vissuto due domeniche fa potrà essere rivissuto ancora molte altre volte nel futuro. Ho iniziato già le lezioni di italiano e le prime due parole che ho imparato sono fondamentali: Forza Milan".

Anche il Fondo Elliott ha speso parole importanti sulla nuova proprietà e sul voler restare in società: "Il proseguire del nostro coinvolgimento riflette la fiducia nella leadership di RedBird, e con il nuovo accordo gli stessi leader eccezionali che ci hanno portato fin qui resteranno al timone. Per questi motivi, il Milan può essere certo di contare sullo stesso livello di supporto che Elliott ha dato al club negli ultimi quattro anni".

Giorgio Furlani, Portfolio manager di Elliott ha confermato: "Siamo arrivati quattro anni fa, non c’erano strategie né idee, ma abbiamo promesso che avremmo portato stabilità finanziaria e successo sportivo. Credo sia corretto dire che abbiamo mantenuto le promesse e sono convinto che stiamo passando il testimone alla migliore proprietà possibile".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?