Nessuno spettatore sarà ammesso durante i Giochi olimpici che si terranno a Tokyo. Lo riportano i media nipponici spiegando che la misura, probabilmente, riguarderà anche le tre prefetture circostanti, Chiba, Kanagawa e Saitama. La decisione è stata presa dal consiglio direttivo che si è riunito ieri, composto dal presidente del Comitato olimpico internazionale Thomas Bach, dalla presidente del comitato...

Nessuno spettatore sarà ammesso durante i Giochi olimpici che si terranno a Tokyo. Lo riportano i media nipponici spiegando che la misura, probabilmente, riguarderà anche le tre prefetture circostanti, Chiba, Kanagawa e Saitama. La decisione è stata presa dal consiglio direttivo che si è riunito ieri, composto dal presidente del Comitato olimpico internazionale Thomas Bach, dalla presidente del comitato organizzatore Seiko Hashimoto e dalla governatrice Yuriko Koike, assieme alla ministra per lo Sport Tamayo Marukawa.

L’annuncio segue la decisione del governo giapponese di prolungare il ‘quasi’ stato di emergenza nella capitale e nelle tre prefetture vicine, insieme a Osaka, fino al 22 agosto. "È estremamente spiacevole che i Giochi si debbano svolgere con modalità limitate a causa della diffusione delle infezioni da coronavirus", ha detto la presidente del comitato locale, Seiko Hashimoto, al termine dell’incontro. "Chiedo scusa ai possessori dei biglietti e a tutti quei residenti che guardavano all’evento con entusiasmo".

Dopo aver deciso in marzo il divieto alla partecipazione del pubblico dall’estero, lo scorso mese i membri del consiglio direttivo dei Giochi si erano accordati per un limite massimo di 10mila spettatori locali, o il 50% della capienza degli impianti sportivi. Un provvedimento che si basava sulle aspettative di una revoca quasi certa dello stato di emergenza l’11 luglio; e che invece non è avvenuta. Nelle ultime 24 ore Tokyo ha registrato 896 positività da covid, un rialzo che si è andato consolidando per 19 giorni di fila in base alla media settimanale.

La mancata presenza degli spettatori all’evento, inoltre, si tramuterà in un ammanco di cassa consistente per il comitato organizzatore, quantificabile secondo le prime stime in 90 miliardi di yen, l’equivalente di 690 milioni di euro. La cerimonia di apertura dei Giochi è prevista per il 23 luglio, allo Stadio Nazionale. Il limite per gli spettatori alle Paralimpiadi, previste tra il 24 agosto e il 5 settembre, verrà invece deciso dopo il termine delle Olimpiadi.