Giampaolo Pazzini, toscano di Pescia, nato il 2 agosto del 1984, dopo gli esordi nelle giovanili del Montecatini è passato all’Atalanta, nella quale si è fatto conoscere, prima di passare alla Fiorentina (25 gol in 108 partite), alla Sampdoria e all’Inter nel 2011-2012, per 12 milioni e Biabiany: in 50 partite in nerazzurro ha segnato 16 reti, poi il passaggio al Milan dove in tre stagioni ha disputato 74 partite segnando 21 gol. Nel finale della carriera ha giocato nel Verona, nel Levante per poi chiudere ancora nell’Hellas.