Lautaro Martinez, 23 anni, 100 partite e 37 gol con l’Inter
Lautaro Martinez, 23 anni, 100 partite e 37 gol con l’Inter
di Luca Talotta Vendere, anche a costo di privarsi dei pezzi da novanta, prima di fare mercato. Il mantra del calciomercato 2021 è chiaro e vede all’opera, di fatto, tutte le grandi della Serie A. Che, tra minori ricavi causati dal covid e non solo, mai come in quest’anno puntano all’equilibrio di bilancio. Ne sanno qualcosa a Torino, sponda Juve. Dove i bianconeri appaiono anche disposti a privarsi addirittura di Cristiano Ronaldo. Il futuro professionale del portoghese, 36 anni, è ancora incerto....

di Luca Talotta

Vendere, anche a costo di privarsi dei pezzi da novanta, prima di fare mercato. Il mantra del calciomercato 2021 è chiaro e vede all’opera, di fatto, tutte le grandi della Serie A. Che, tra minori ricavi causati dal covid e non solo, mai come in quest’anno puntano all’equilibrio di bilancio. Ne sanno qualcosa a Torino, sponda Juve. Dove i bianconeri appaiono anche disposti a privarsi addirittura di Cristiano Ronaldo. Il futuro professionale del portoghese, 36 anni, è ancora incerto. La Juventus vorrebbe capire se ci sono sviluppi sulle piste PSG e Manchester United, in modo da programmare il mercato con maggior cura. Necessario, a riguardo, un nuovo incontro tra il neo ds Cherubini e Jorge Mendes, in programma nei prossimi giorni, per fare luce in maniera definitiva sul futuro di CR7. La Juventus medita. Perché anche sul innovo di Paulo Dybala di novità concrete non ce ne sono: l’attaccante argentino classe 1993, non ha trovato ancora l’intesa con il club ma è chiaro che dietro questo tentennamento ci sia la richiesta, da parte di Dybala, di chiare garanzie tecniche prima di firmare il rinnovo. Data per scontata la partenza di Gigi Buffon, intenzionato ad accettare la corte del Parma, rimane il nodo difesa: le certezze di Allegri sono Bonucci e De Ligt, per il quale è stato respinto un tentativo del Barcellona, più quel Chiellini che dopo l’Europeo dovrebbe rinnovare il contratto ancora per una stagione.

A completare il reparto, ad oggi, ci sono Rugani, Demiral e il giovane Dragusin, classe 2002. Gli ultimi due dovrebbero salutare, con Everton (il primo) e Genoa, Empoli, Cagliari e Crystal Palace (il secondo) interessate. Poi si potrà pensare al mercato in entrata. Vendere per poi pensare agli acquisti, mantra anche di casa Inter. E’ di ieri la notizia del ritorno all’attacco del Barcellona per Lautaro: nell’operazione, però, oltre una base cash, potrebbe finire anche Emerson Royal, rientrato dopo il prestito al Betis Siviglia. Il giocatore era già stato reinserito nel casting nerazzurro per il dopo Hakimi e forte di questo i blaugrana puntano a inserirlo nell’affare come contropartita per abbassare il costo del cartellino. Inter che intanto continua a trattare anche con lo Sporting Lisbona per la cessione a titolo definitivo di Joao Mario.

Il portoghese è legato al club nerazzurro fino al 30 giugno 2022, l’Inter continua a chiedere 7,5-8 milioni di euro, cifra a cui lo Sporting non intende (per ora) avvicinarsi. L’ultima proposta dei lusitani si aggira intorno ai 5,5 milioni.