Sentir parlare di Giro d’Italia stuzzica Vincenzo Nibali: all’Uae Tour, il siculo va all’attacco nel finale della quinta tappa, restando allo scoperto per un chilometro e mezzo prima di esser ripreso dai migliori. "C’era terreno per fare un test, salita lunga e da alte velocità. Mi sono affidato all’istinto, stavo bene e volevo fare un po’ di fuorigiri, pur sapendo che era dura fare la differenza", le parole di Nibali, alla fine giunto a una quarantina di secondi dal danese Jonas Vingegaard, vincitore di giornata su Pogacar che rafforza il suo primato su Adam Yates. Intanto Evenepoel conferma la sua presenza al Giro, che affronterà per allenarsi: ‘Sarà la mia prima corsa stagionale, non punterò alla classifica’.