Sfuma per ora il sogno di vedere Jannik Sinner accanto a Matteo Berrettini tra i magnifici otto che si sfideranno alle Atp Finals di Torino (14-21 novembre). Il polacco Hubert Hurkacz ha infatti conquistato l’ultimo posto utile dell’Atp Race (il nono, essendo già noto il forfait di Rafael...

Sfuma per ora il sogno di vedere Jannik Sinner accanto a Matteo Berrettini tra i magnifici otto che si sfideranno alle Atp Finals di Torino (14-21 novembre). Il polacco Hubert Hurkacz ha infatti conquistato l’ultimo posto utile dell’Atp Race (il nono, essendo già noto il forfait di Rafael Nadal) per qualificarsi grazie ai punti ottenuti vincendo ieri i quarti – per 6-2, 6-7, 7-5 – del torneo Atp 1000 di Parigi-Bercy contro James Duckworth.

Ora l’altoatesino, che si è iscritto all’Atp 250 di Stoccolma della settimana prossima, ha però la certezza di arrivare al Palasport olimpico come prima riserva, davanti a Cameron Norrie, britannico che nella serata di ieri ha rinunciato a giocare il torneo svedese. Ma Jannik può in realtà sperare ancora di giocare nel torneo esclusivo che ogni anno mette di fronte solo i migliori.

Il greco Stefanos Tsitsipas, n.4, mercoledì si è infatti ritirato dal torneo parigino per un’infiammazione al braccio e si attendono notizie sulla sua effettiva partecipazione a Torino. La sfida dei ‘maestri dei maestri’ nel capoluogo piemontese è stata presentata ieri. Il presidente della Fit Angelo Binaghi ha fatto sapere che "a oggi abbiamo superato i 120 mila biglietti venduti, per un totale di oltre 15 milioni, quanto una buona squadra di calcio fa in due anni. E all’indotto sul territorio aggiungiamo almeno altre 10 mila presenze, di cui più di 200 giornalisti. Abbiamo l’ambizione di dire che già da quest’anno questa sarà la migliore edizione di sempre".