Inzaghi esulta con la moglie Gaia
Inzaghi esulta con la moglie Gaia
HANDANOVIC 5,5. Poco reattivo e con problemi di posizionamento, vedi i gol subiti. SKRINIAR 7. Difende la porta in ogni modo. Granitico. RANOCCHIA 7. Grande partita, di nuovo. Sempre al posto giusto al momento giusto. BASTONI 6,5. Lozano ha un passo diverso, lo contiene e nell’impostazione non fallisce. DARMIAN 5,5. Sempre propositivo a...

HANDANOVIC 5,5. Poco reattivo e con problemi di posizionamento, vedi i gol subiti.

SKRINIAR 7. Difende la porta in ogni modo. Granitico.

RANOCCHIA 7. Grande partita, di nuovo. Sempre al posto giusto al momento giusto.

BASTONI 6,5. Lozano ha un passo diverso, lo contiene e nell’impostazione non fallisce.

DARMIAN 5,5. Sempre propositivo a destra, nel finale perde due volte la bussola.

BARELLA 6. Perde il pallone dello 0-1 ma conquista il rigore del pari ed è protagonista di tante iniziative nel primo tempo.

BROZOVIC 6,5. Sempre lucido, va a prendersi tutti i palloni e dà i tempi alla squadra.

CALHANOGLU 7. Rigore e corner del 2-1. Tabellino alla mano, è determinante.

PERISIC 7. Ferma Osimhen a un passo dalla porta e centra quella avversaria per il 2-1.

CORREA 6,5. Altalenante, ma quando si accende pone le basi per il tris nerazzurro.

MARTINEZ 6,5. Ci prova in tutti i modi e merita di tornare a timbrare il cartellino.

Vidal 5,5. Brutto impatto sulla gara.

Dzeko 5,5. Il gol del 3-2 arriva su una palla persa malamente dal bosniaco.

Gagliardini 5,5. Quando il Napoli accelera si ritrova spaesato.

Dimarco 6. L’Inter, nel finale, soffre soprattutto sul lato opposto al suo.

Satriano 5,5. In piena battaglia, non riesce a far salire la squadra.

All. INZAGHI 6,5. Vince, col brivido, il primo scontro diretto della stagione.

Voto squadra 6,5.

NAPOLI: Ospina 6,5; Di Lorenzo 6, Rrahmani 6, Koulibaly 5,5, Mario Rui 5,5; Anguissa 6, Fabian Ruiz 5, Zielinski 6,5; Lozano 6,5 (Mertens 6,5), Osimhen 5,5 (Petagna 6), Insigne 6 (Elmas 5,5). All. Spalletti 6. Squadra 6.

ARBITRO: Valeri 5,5. Non vede un rigore solare per l’Inter, il Var lo corregge. Qualche decisione non convince, su tutte lo scontro Ospina-Dzeko.

Mattia Todisco