Roberto Mancini, 57 anni, ct della Nazionale che non perde da trenta mesi
Roberto Mancini, 57 anni, ct della Nazionale che non perde da trenta mesi
Stadi a porte aperte o niente Europeo: il numero uno dell’Uefa Aleksander Ceferin lo ha detto chiaramente nei giorni scorsi, spaventando quei paesi che, come l’Italia, stanno lavorando da anni per organizzare l’evento parzialmente in casa ma sono alle prese in queste settimana con restrizioni forti per l’emergenza Covid. "L’ipotesi di disputare le gare del prossimo Europeo di calcio a porte chiuse non è sul tavolo" ha detto...

Stadi a porte aperte o niente Europeo: il numero uno dell’Uefa Aleksander Ceferin lo ha detto chiaramente nei giorni scorsi, spaventando quei paesi che, come l’Italia, stanno lavorando da anni per organizzare l’evento parzialmente in casa ma sono alle prese in queste settimana con restrizioni forti per l’emergenza Covid.

"L’ipotesi di disputare le gare del prossimo Europeo di calcio a porte chiuse non è sul tavolo" ha detto Ceferin, gelando i tifosi di calcio italiani. "Ogni città ospitante dovrà garantire la presenza di tifosi in occasione delle partite. Abbiamo diversi scenari - ha aggiunto -. L’unica garanzia che possiamo offrire è che l’opzione di giocare qualsiasi gara della manifestazione in uno stadio vuoto non è sul tavolo".

Cosa succederà quindi a Roma, chiamata a ospitare la gara inaugurale del campionato, l’11 giugno Italia-Turchia?

"L’Italia ci tiene ad ospitare le gare degli Europei perché ha investito due anni di grande impegno di tanti giovani – ha detto il presidente della Figc Gravina –. Abbiamo allestito un’organizzazione importante che merita che ci sia il fruitore di quell’evento che è il tifoso. Noi siamo convinti che entro il 7 di aprile avremo un riscontro a questa nostra richiesta che presenteremo alla Uefa e che non può non tener conto che l’Italia ha dimostrato di essere al passo con i tempi ma soprattutto una Federazione che riesce comunque ad essere centrale nel mondo dello sport e verso le forze politiche. Il Governo italiano? Sono convinto che risponderà in maniera molto positiva".

Gabriele Gravina ha pronunciato queste parole in occasione della visita della Federcalcio all’Ospedale Maggiore di Parma, sui prossimi Europei di calcio. "Sono convinto di poter centrare l’importante obiettivo della presenza del pubblico, se la campagna vaccinale continuerà a essere positiva" ha aggiunto Gravina.

L’Italia però dovrà accelerare parecchio in questo senso: altri paesi, con in testa l’Inghilterra che ammetterà il pubblico in Premier dal 17 maggio, stanno programmando la riapertura degli stadi; in Olanda già in questo week-end i tifosi potranno assistere alla gara della Nazionale.

La corsa contro il tempo è già iniziata.