3 apr 2022

Grande Italia in prima fila, Marini ci prova

Il fratello di Valentino terzo nelle prove dietro l’Aprilia di Aleix Espargaro e l’altra Ducati di Martin, Bagnaia solo quattordicesimo

marco galvani
Sport

di Marco Galvani

Aprilia in pole (1’37.688) con Aleix Espargarò in Argentina. Un passo storico per la casa di Noale che mancava la pole in Top class da Phillip Island 2000, con Jeremy McWilliams nella 500. Poi le due Ducati di Jorge Martin e di un Luca Marini in evidente stato di grazia, unico italiano in Q2 e alla sua seconda prima fila in MotoGp. "Grandissima soddisfazione, ho dimostrato il mio potenziale di quest’anno – se la gode il fratello di Valentino -. Voglio continuare così, mi aspetto di ritrovarmi sempre qui". Una prima fila tricolore con lui e con due moto italiane. Seconda fila per la Honda di Pol Espargarò, l’altra Aprilia di Maverick Vinales e la Yamaha di Fabio Quartararo (involontariamente ostacolato nel suo giro buono da Jack Miller). Le Suzuki partono in terza fila (7° Alex Rins, 8° Loan Mir) con la Ducati di Johann Zarco. Continua il momento nero di Pecco Bagnaia: l’ufficiale Ducati litiga con una moto scorbutica e si ferma in Q1 con il 14° tempo alle spalle del leader del Mondiale Enea Bastianini (Ducati del team Gresini) e davanti alla Yamaha di Franco Morbidelli. Tra gli altri italiani , 17° Marco Bezzecchi, 18° Andrea Dovizioso e 19° Fabio Di Giannantonio. Fine settimana col fiato in gola per Takaaki Nakagami: dopo il tampone negativo, grazie al venerdì di libere saltato, ha preso il primo aereo per l’Argentina ed è volato a Termas de Rio Hondo per prendersi il 10° tempo. Un debuttante in pole. Nella Moto2 è il 17enne Fermin Aldeguer a firmare il miglior tempo nelle qualifiche (1’43.306). A 150 millesimi Augusto Fernandez davanti a Tony Arbolino (+0.207). In seconda fila il leader Celestino Vietti (6°) alle spalle di Joe Dixon e Albert Arenas. Una qualifica che, comunque, in ottica classifica può far dormire (relativamente) tranquillo il pilota VR46 visto l’11° posto in griglia di Sam Lowes. In Moto3 si decide tutto negli ultimi 2 minuti. Alla fine la spunta Sergio Garcia con il tempo di 1’48.429 che vale anche il nuovo record del circuito.

Così in tv oggi. Diretta Sky, Dazn e Now: alle 17 la Moto3, alle 18.20 la Moto2 e alle 20 la MotoGp. Differite in chiaro sul canale TV8: Moto3 alle 19, Moto2 alle 20.25, MotoGp alle 22.05.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?