Per la prima volta una donna ha vinto il Grand National, la più importante corsa ippica a ostacoli. Rachael Blackmore, irlandese di 32 anni, ha scritto una pagina di storia dello sport, non solo britannico, spuntandola su altri 39 fantini e arrivando prima in sella a Minella Times. Un successo a sorpresa, che ha restituito undici volte la quota a chi ci aveva scommesso, e che sarebbe stata accolta da scroscianti applausi se intorno al circuito di Liverpool ci fossero stati i consueti 70mila spettatori sugli spalti, vuoti invece per le restrizioni anti-Covid. La donna più vicina a questo traguardo finora era stata un’altra irlandese Katie Walsh, terza nel 2012 in sella a Seabass.

"Non mi sento maschio o femmina, non mi sento nemmeno umana. E’ tutto semplicemente incredibile", ha risposto emozionata Blackmore ai giornalisti commentando la sua impresa, come riporta il sito dell’Indipendent. Altre due colleghe ieri hanno partecipato alla storica corsa, su un percorso di quasi 7 chilometri da affrontare due volte, con 30 fra siepi e fossati, e un montepremi di 750mila sterline, oltre 860mila euro. Alla vincitrice sono arrivati anche gli applausi da una leggenda dell’ippica come Lanfranco ‘Frankie’ Dettori, che le ha dedicato un messaggio su Twitter.