Andrea Pavan
Andrea Pavan

EPILOGO: Andrea Pavan ha operato nuovamente un’ottima rimonta terminando al 16° posto con 269 (74 64 67 64, -11) colpi, dopo essere stato 124° al termine del primo giro, nello Scandinavian Invitation (European Tour), disputato sul percorso dell’Hills Golf & Sports Club (par 70), a Gothenburg in Svezia, e vinto praticamente all’ultimo respiro dal sudafricano Erik Van Rooyen (261 - 65 68 64 64, -19). Bella prova anche di Renato Paratore, da 43° a 20° con 270 (72 67 67 64, -10), e di Lorenzo Gagli, 40° con 273 (69 69 66 69, -7), sebbene nel finale abbia fatto qualche passo indietro.

Erik Van Rooyen, 29enne di Bellville, fino ad ora con un titolo sul Challenge Tour e uno sul Sunshine Tour dove ha iniziato la carriera, ha firmato il primo successo nel circuito continentale battendo in una accesa volata finale l’inglese Matthew Fitzpatrick (262, -18). Il sudafricano leader dopo tre turni, era ancora avanti alla 16ª buca, ma ha favorito l’aggancio di Fitzpatrick con un bogey alla 17ª, poi sull’ultimo green ha avuto partita vinta con un gran putt per il birdie completando un ottimo 64 (-6, sette birdie, un bogey) e ricevendo un assegno di 250.000 euro su un montepremi di 1.500.000 euro.

Al terzo posto con 266 (-14) lo svedese Henrik Stenson, osannato dal pubblico di casa, e il sudafricano Dean Burmester e tra i concorrenti al quinto con 267 (-13) il francese Alexander Levy e l’australiano Wade Ormsby. Stesso score di Paratore anche per l’inglese Paul Waring, che difendeva il titolo, mentre l’altro atteso svedese Alex Noren ha affiancato Gagli.

Andrea Pavan ha risalito la classifica di 14 gradini nel giro finale realizzando un 64 con un eagle, sei birdie e un doppio bogey. Stesso parziale per Renato Paratore con sette birdie e un bogey e 69 (-1) colpi per Lorenzo Gagli con cinque birdie, due bogey e un doppio bogey. Sono usciti nel secondo taglio dopo 54 buche Edoardo Molinari, 75° con 210 (70 70 70), e nel primo dopo 36 Filippo Bergamaschi, 96° con 142 (72 70, +2). Si è ritirato nel turno iniziale Nino Bertasio.

TEZRO GIRO: Lorenzo Gagli, 22° con 204 (69 69 66, -6), ha guadagnato dieci posizioni nel terzo giro dello Scandinavian Invitation (European Tour), che termina con la disputa del quarto sul percorso dell’Hills Golf & Sports Club (par 70), a Gothenburg in Svezia. Ancora cambio in vetta dove il nuovo leader è, con 197 (65 68 64, -13) colpi, il sudafricano Erik Van Rooyen. 29enne di Bellville, un titolo sul Challenge Tour e a caccia del primo sul circuito maggiore. Sono rimasti praticamente stabili Andrea Pavan, 30° con 205 (74 64 67, -5), e Renato Paratore, 43° con 206 (72 67 67, -4), e viaggia in par Edoardo Molinari, 75° con 210 (70 70 70).

Van Rooyen è tallonato dall’inglese Matthew Fitzpatrick, al comando dopo due turni, dall’australiano Wade Ormsby, che era stato al vertice dopo il primo giro, e dal cinese Ashun Wu (198, -12). Poco più distaccati, quinti con 200 (-10), ma anche loro con ottime chances di partecipare alla corsa per la vittoria, lo svedese Henrik Stenson, sceso di tre posti, il sudafricano Dean Burmester, il gallese Jamie Donaldson, l’irlandese Gavin Moynihan e il francese Alexander Levy. Non hanno possibilità l’inglese Paul Waring, campione uscente, 30° con 205 (-5), e lo svedese Alex Noren, 43° con 206 (-4).

Erik Van Rooyen, nel cui palmarès figura anche un alloro sul Sunshine Tour, il circuito di casa, ha girato in 64 (-6) colpi con otto birdie e due bogey e Lorenzo Gagli è rinvenuto con un 66 (-4) frutto di sei birdie e di due bogey. Per Andrea Pavan e per Renato Paratore stesso 67 (-3) con quattro birdie e un bogey per il primo e con cinque birdie e due bogey per il secondo. Per Edoardo Molinari terzo 70 (par) di fila con quattro birdie e altrettanti bogey. Non ha superato il taglio Filippo Bergamaschi, 96° con 142 (72 70, +2), e si è ritirato nel primo turno Nino Bertasio.