Golf: Turkish open, Colsaerts è in fuga
Golf: Turkish open, Colsaerts è in fuga

EPILOGO: Il belga Nicolas Colsaerts ha vinto con 272 (67 66 67 72, -12) colpi l’Amundi Open de France, torneo dell’European Tour svoltosi a Le Golf National (par 71), a Guyancourt nei pressi di Parigi in Francia. Hanno recuperato posizioni nel finale Lorenzo Gagli, da 54° a 32° con 285 (71 74 70 70, +1), e Renato Paratore, da 47° a 40° con 286 (69 72 73 72, +2).

Nicolas Colsaerts, 37enne di Bruxelles, ha ottenuto il terzo titolo sul circuito a sette anni di distanza dal secondo, pur avendo concluso l’ultimo turno con uno score di un colpo sopra par (72, +1) dopo un’andatura molto altalenante con un eagle, tre birdie, quattro bogey e un doppio bogey. Probabilmente non sarebbe bastato senza un consistente aiuto da parte dei suoi avversari. Infatti il danese Joachim B. Hansen, secondo con 273 /-11), gli ha lasciato strada con un doppio bogey alla buca 17 e il sudafricano George Coetzee, terzo con 274 (-10), si è defilato con un triplo bogey alla 15. 

Ancora una buona prestazione dello statunitense Kurt Kitayama, quarto con 275 (-9), dopo la terza piazza al 76° Open d’Italia, e quinti con 276 (-8) il tedesco Martin Kaymer, lo  scozzese Richie Ramsay e l’irlandese Gavin Moynihan. Impennata d’orgoglio dello svedese Alex Noren che non è riuscito a difendere il titolo, ma che con un 66 (-5), miglior score di giornata, ha rimontato dal 54° al 18° posto con 281 (-3).

Lorenzo Gagli ha messo insieme cinque birdie e quattro bogey per il 70 (-1) e Renato Paratore ha segnato tre birdie e quattro bogey per il 72 (+1). Sono usciti al taglio Edoardo Molinari, 93° con 148 (70 78, +6), e Guido Migliozzi, 111° con 154 (78 76, +12).

TERZO GIRO: Il belga Nicolas Colsaerts, con 200 (67 66 67, -13) colpi, è rimasto da solo al comando nell’Amundi Open de France, torneo dell’European Tour che si sta disputando a Le Golf National (par 71), a Guyancourt nei pressi di Parigi in Francia, teatro dell’ultimo successo in Ryder Cup del Team Europe nel 2018. Ha perso terreno Renato Paratore, 47° con 214 (69 72 73, +1), e ha un colpo in più Lorenzo Gagli, 54° con 215 (71 74 70, +2).

Nicolas Colsaerts, 37enne di Bruxelles con due titoli sul circuito, l’ultimo datato 2012, con un 67 (-4, cinque birdie, un bogey), si è dato l’opportunità di tornare al successo potendo gestire nel giro conclusivo tre colpi di vantaggio sul sudafricano George Coetzee (203, -10), 33enne di Pretoria, quattro vittorie sul tour, con il quale condivideva la leadership dopo due turni e che gli ha lasciato spazio con un 70 (-1). Saranno in corsa, pur se accusano un distacco significativo, anche il gallese Jamie Donaldson e lo statunitense Kurt Kitayama, terzi con 204 (-9), l’irlandese Gavin Moynihan, lo scozzese Richie Ramsay e il danese Joachim B. Hansen, quinti con 205 (-8). Chances quasi nulle per il tedesco Martin Kaymer, ottavo con 206 (-7), e difesa del titolo mancata per lo svedese Alex Noren, stesso score di Gagli.