Dusan Vlahovic, 21 anni: il rinnovo del contratto tiene in ansia i tifosi della Fiorentina
Dusan Vlahovic, 21 anni: il rinnovo del contratto tiene in ansia i tifosi della Fiorentina
di Riccardo Galli Dusan corre veloce. E poi, l’altra sera mica ha avuto dubbi e timori a mandare all’inferno il suo idolo, il suo mito, ovvero zio Ibra. Anzi, con la sua doppietta, Vlahovic all’inferno ha mandato tutto il Milan. Vlahovic, insomma, ovvero l’attaccante della Fiorentina che fa sognare Firenze ma che allo stesso tempo la fa tremare per colpa del mercato. Dusan e il rinnovo (o non rinnovo) del contratto è infatti un tema che scotta. E che preoccupa. Dusan, classe 2000, già 10 gol in campionato dopo 13 giornate, e un potenziale di crescita immenso, ha già i numeri giusti per essere una delle operazioni più importanti del prossimo mercato. La Fiorentina – parola di qualche tempo fa del numero uno del club, Rocco Commisso...

di Riccardo Galli

Dusan corre veloce. E poi, l’altra sera mica ha avuto dubbi e timori a mandare all’inferno il suo idolo, il suo mito, ovvero zio Ibra. Anzi, con la sua doppietta, Vlahovic all’inferno ha mandato tutto il Milan.

Vlahovic, insomma, ovvero l’attaccante della Fiorentina che fa sognare Firenze ma che allo stesso tempo la fa tremare per colpa del mercato. Dusan e il rinnovo (o non rinnovo) del contratto è infatti un tema che scotta. E che preoccupa.

Dusan, classe 2000, già 10 gol in campionato dopo 13 giornate, e un potenziale di crescita immenso, ha già i numeri giusti per essere una delle operazioni più importanti del prossimo mercato. La Fiorentina – parola di qualche tempo fa del numero uno del club, Rocco Commisso – punta su un rinnovo del contratto, su una clausola rescissoria a garanzia dello stesso contratto, e su un ingaggio che possa riconoscere al bomber le sue qualità. Ma il rinnovo, questo rinnovo non è arrivato. E chissà se arriverà. Certo, il gesto con cui sabato sera, Vlahovic ha festeggiato il secondo gol al Milan, qualcosa avrà pur significato in chiave futuro. Dusan si è battuto il petto dalla parte del cuore e ha indicato il terreno del ’Franchi’ come per dire che lui, a Firenze ha intenzione di rimanere. Che non vuole fuggire e che il suo futuro...

Già, il futuro. Perché sul bomber viola da settimane sono iniziare a correre voci di ogni tipo. Valutazioni di ogni tipo. Punto primo: i soldi. Oggi il cartellino di un centravanti come quello del serbo vale non meno di 70 milioni, ma la Fiorentina sembra non volersi accontentare anche di una super cifra come questa. Non esiste una clausola sul contratto in essere, ma i viola non parleranno mai di Vlahovic se qualcuno non si presenterà con una proposta che superi i 70 milioni e si avvicini (molto) agli 80 milioni.

Certo, allo stesso tempo girando fra gli scaffali del mercato di mezza Europa, si è capito che in Inghilterra ci sono almeno un paio di club pronti ad affrontare il club viola per discutere del ragazzo serbo. Prima il Manchester City e adesso – e soprattutto – il Tottenham hanno fatto girare qualcosa di più di semplici voci che i soldi, i contanti, per agganciare Dusan potrebbero non essere un problema. Quando? Subito, ovvero a gennaio, o alla fine della stagione?

Il dilemma, in questo caso, non dovrebbe stravolgere i programmi e l’assetto della Fiorentina che farà di tutto che il futuro del bomber possa essere messo in discussione adesso, ovvero a gennaio.

E qui ecco entrare in scena anche la Juve. I bianconeri, in seguito soprattutto al pressing di Max Allegri, hanno intenzione di arrivare all’attaccante della Fiorentina, ma per loro la soluzione sarebbe praticamente impossibile a gennaio. Questione di soldi, di investimenti da programmare, di disinvestimenti da realizzare, fatto sta che se la Juve ha intenzione di arrivare a Vlahovic lo farà per la prossima stagione. Con trattativa all’inizio dell’estate.

Intanto, tornando al mercato straniero, secondo quanto riporta il Sun, il Newcastle vuole essere della partita quando si scatenerà un’asta per l’acquisto di Dusan Vlahovic. Il club da poco acquistato dal fondo arabo PIF ha mandato osservatori a seguire il centravanti della Fiorentina durante il ritiro con la Serbia. Tuttavia, al momento la società inglese ritiene esagerata la richiesta da circa 80 milioni di euro fatta dal club viola.

Insomma, la telenovela Vlahovic è appena inziata, anche se lui adesso pensa soprattutto a una cosa: trascinare la Fiorentina il più in alto possibile, farle vedere da vicino l’Europa e poi chissà, magari sorprendere tutto e tutti (e soprattutto il suo manager) e trasformare il messaggio dell’altra sera allo stadio in qualcosa di concreto.