Sofia Goggia e Michela Moioli (Ansa)
Sofia Goggia e Michela Moioli (Ansa)

Roma, 22 ottobre 2021 - La bandiera italiana ai Giochi olimpici invernali, che si terranno a Pechino dal 4 al 20 febbraio 2022, sarà in buonissime mani, nelle mani di due campionesse olimpiche in carica: a Sofia Goggia, prima donna italiana di sempre a vincere il titolo a cinque cerchi nella discesa libera, il compito di sventolare il tricolore nella cerimonia di apertura, mentre sarà la snowboarder Michela Moioli a portarlo nella cerimonia di chiusura, magari con una medaglia al collo. Le due bergamasche e amiche per la pelle riceveranno la bandiera italiana il 23 dicembre al Quirinale direttamente dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Lo ha annunciato il presidente del Coni Giovanni Malagò al termine dell'odierna seduta di Giunta nazionale riunitasi al Foro Italico a Roma. "Si è voluto stabilire il criterio secondo cui chi ha vinto una medaglia d'oro ha un giusto diritto di essere consacrato - ha spiegato Malagò - e alle ultime Olimpiadi di Pyeongchang 2018 avevano vinto in tre: Arianna Fontana, che già era stata alfiere azzurro, Sofia Goggia e Michela Moioli". Un messaggio a chi sogna di portare tricolore alle Olimpiadi di casa del 2026: "Vincere un oro significa mettere una serie ipoteca per essere il portabandiera di MIlano-Cortina 2026", ha concluso il presidente del Coni. 

Un'eccezione rispetto al solito: non era mai accaduto nella storia che il Coni avesse deciso a priori anche il nome del portabandiera della cerimonia di chiusura, che di solito viene scelto verso la fine dei Giochi per premiare qualche atleta che ha ben figurato, come Marcell Jacobs a Tokyo.