"Non è un momento facile, mi piange il cuore non essere lì con voi e partecipare al mondiale solo in veste di ambassador. Sarà comunque un grande mondiale, conosco l’impegno che la Fondazione ci ha messo, sarà un grande evento e tiferò con grande calore le mie compagne dal divano".

E’ il messaggio di auguri per l’avvio dei mondiali di sci alpino di Cortina 2021 della campionessa olimpica Sofia Goggia, grandissima assente della rassegna dopo l’infortunio al piatto tibiale subito otto giorni fa a Garmisch scendendo a valle lungo un pista turistica dopo l’annullamento del superG.

Goggia si sarebbe presentata da favorita in discesa libera, viste le quattro vittorie raccolte nel corso di questa stagione. Ma la caduta le ha causato un infortunio guaribile solo in almeno 45 giorni, pur senza interventi chirurgici.

Con Bassino e Brignone, Sofia avrebbe composto un trio delle meraviglie, forte di 31 vittorie complessive in Coppa del Mondo a partire dal 2015 tra gigante, superG e discesa. Senza contare poi il relativo stato di forma della Shiffrin – l’avversaria solitamente da temere di più dallo speciale al superG – tornata a vincere dopo il lungo stop ma non ancora tornata la dominatrice di un tempo. Anche senza Goggia, possiamo ambire ancora alla vittoria, ma ora per la Valanga Rosa con due sole punte e non con tre l’impresa sarà più difficile.