Lucas Braathen
Lucas Braathen

Solden (Austria), 18 ottobre 2020 - La Coppa del Mondo maschile di Sci Alpino comincia nel segno di Braathen: il classe 2000 norvegese non era mai salito sul podio in gigante in carriera e la sua prima volta è stata sul gradino più alto. Una grandissima rimonta dopo una prima manche in cui era al quinto, grazie a una seconda discesa in cui ha saputo scalare tantissime posizioni nonostante un errore importante sul ripido. Segnale importantissimo anche per il futuro, perché dopo i grandi segnali lanciati nella scorsa stagione in slalom, un successo nella prima gara post emergenza è sicuramente un avvertimento a tutta la concorrenza.

La cronaca

Gara equilibratissima nella prima manche con nove atleti racchiusi in 59 centesimi a giocarsi il podio. La grande rimonta è di Giovanni Borsotti che stampa il secondo tempo generale di manche e recupera tantissime posizioni, ma lo spettacolo arriva nel finale quando tutti i big si sfidano con distacchi minimi. Il primo grande tempo è quello di Odermatt che dalla settima posizione fa registrare un grandissimo tempo che lo porta al comando con fortissime ambizioni: a batterlo però è solamente Braathen, che commette un grave errore sul ripido ma riesce a riprendersi senza sprecare troppa velocità e a mantenere la luce verde al traguardo dopo un paio di intermedi in ritardo. Nessuno riesce poi a battere il norvegese: Pinturalut, reduce da due vittorie consecutive sulla pista del Rettenbach, finisce addirittura a mezzo secondo, Kristoffersen persino più indietro con un quinto posto condiviso con Meillard. A completare il podio è Gino Caviezel, primo a metà gara, che con qualche defezione di troppo riesce a difendere solamente la terza posizione, ma chiude lontano dai primi due.

Gli italiani

Il migliore degli italiani è stato De Aliprandini che ha chiuso con un ottimo decimo posto. Il tempo nella aprte alta era veramente buono, ma poi degli errori lo hanno escluso dalla lotta ai piazzamenti più importanti. Segue Borsotti in tredicesima posizione con nove posti recuperati, prima degli altri due azzurri a punti che sono il rientrante Moelgg ventunesimo e Roberto Nani ventitreesimo.

LA CLASSIFICA

1 Lucas Braathen (NOR) 2:14.41
2 Marco Odermatt (SUI) +0.05
3 Gino Caviezel (SUI) +0.46
4 Alexis Pinturault (FRA) +0.49
5 Loic Meillard (SUI) +0.56
5 Henrik Kristoffersen (NOR)+0.56
7 Zan Kranjec (SLO) + 0.77
8 Nestvold-Haugen (NOR) +1.04
9 Thibaut Favrot (FRA) +1.21
10 Luca De Aliprandini (ITA) +1.37
 













Leggi anche - Italia da paura a Solden. Vince Bassino su Brignone