Delusione Emanuele Gaudiano su Chalou ieri a Tokyo: il fuoriclasse azzurro ha chiuso la prima prova di salto ostacoli con 9 penalità (due errori e un’infrazione sul tempo, 47esimo posto) e quindi ha già finito la sua Olimpiade, dato che oggi saranno al via solo i migliori 30. Più che selettivo il percorso costruito dallo spagnolo Santiago Varela (tracciato di 590 m. con 14 ostacoli per 17 sforzi) ma non giustifica le performance di Gaudiano cha ha sbagliato sull’oxer n.3 e di nuovo sul n.8, la riviera (come a Rio dove egualmente era… naufragato anche all’acqua con il grigio Caspar 232 e 27 penalità). Alla fine della gara con 73 concorrenti ha preso la testa Ben Maher (già oro a squadre a Londra 2012) su Explosion W, il più veloce di 25 "netti", davanti all’irlandese Darragh Kenny su Cartello e all’israeliana Ashlee Bond su Donatello 141. Oggi finale individuale e medaglie.

Paolo Manili