Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Economia Sport Motori Tech Magazine Salute

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Formula 1, Ricciardo lascia la Red Bull

La scuderia: "Valuteremo opzioni per chi affiancherà Verstappen per la stagione 2019"

Ecco perché Ricciardo ha lasciato la Red Bull

Ultimo aggiornamento il 3 agosto 2018 alle 15:29
Formula 1, Daniel Ricciardo (Ansa)

Roma, 3 agosto 2018 - Il pilota australiano di Formula 1 Daniel Ricciardo darà l'addio alla Red Bull a fine stagione. A comunicarlo, a sorpresa, è la stessa scuderia: "Rispettiamo pienamente la decisione di Daniel di lasciare l'Aston Martin Red Bull Racing - ha commentato il presidente Christian Horner - e gli auguriamo tutto il meglio per il suo futuro. Vorremmo ringraziarlo per la dedizione e il ruolo che ha ricoperto da quando è entrato a far parte del team nel 2014, a cominciare dalle sette vittorie ed i 29 podi che ha raggiunto finora con noi".

Ecco perché Ricciardo ha lasciato la Red Bull

Ferrari F1, Mondiale apertissimo. Ecco dove Vettel può vincere

Dopo essere entrato a far parte della famiglia Red Bull nel 2008 come membro del Red Bull Junior Team, con il quale ha vinto numerosi titoli junior, Ricciardo ha debuttato in F1 nel 2011, al Gran Premio di Gran Bretagna. Dopo due stagioni con la Scuderia Toro Rosso, si è unito alla Red Bull nel 2014 e fino ad oggi ha portato al team - oltre alle sette vittorie - 29 podi, due pole position e 904 punti di campionato. "Continueremo ora a valutare le numerose opzioni a nostra disposizione prima di decidere quale pilota affiancare a Max Verstappen per la stagione 2019 - ha aggiunto Horner - Nel frattempo, ci sono ancora nove gare nel 2018 e siamo completamente concentrati a far sì che Max e Daniel possano rendere il massimo per il resto della stagione".

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.