Daniel Ricciardo (LaPresse)
Daniel Ricciardo (LaPresse)

Shanghai, 15 aprile 2018 - Non che ne avesse bisogno. Daniel Ricciardo era già al centro del mercato piloti. La spettacolare vittoria nel Gp di Cina 2018, condita da sorpassi emozionanti, si limita a far salire le sue quotazioni. Del resto, notoriamente la Red Bull ha deciso di puntare su Max Verstappen, che già ha sottoscritto il prolungamento del contratto. Invece l’australiano non ha impegni per la prossima stagione e non ha gradito l’atteggiamento dei vertici Bibitari. Si sa che ha già parlato sia con la Ferrari che con la Mercedes. Kimi Raikkonen potrebbe ritirarsi al termine dell’attuale stagione, mentre l’altro finlandese Bottas ancora non ha convinto del tutto i vertici della casa di Stoccarda.

ANSA

Sia come sia, Ricciardo si gode l’attimo, con tanto di lacrime di commozione sul gradino più alto del podio. Beve champagne da una scarpa, un classico per lui, e quindi racconta: "I miei successi sono sempre divertenti. Debbo ringraziare la squadra, sabato avevano fatto un miracolo per permettermi di disputare le qualifiche nonostante i guai sulla macchina. E poi è stata determinante la safety car. Abbiamo azzeccato la mossa giusta al momento giusto. I miei sorpassi sulle Mercedes sono figli dell’istinto. E cerco sempre di fidarmi del mio estro, quando mi rendo conto che c’è la possibilità di andare all’attacco. Il Mondiale? Certamente in lizza ci siamo anche noi, ma dobbiamo migliorare le nostre prestazioni perché non sempre le circostanze ci favoriranno". Se ne riparla tra due settimane a Baku.

Linda Morselli

© RIPRODUZIONE RISERVATA