19 mar 2022

Qualifiche F1: pole di Leclerc in Bahrain. La griglia di partenza

Verstappen secondo, Sainz terzo tempo. Solo quinto Hamilton

President of the International Automobile Federation (FIA) Mohammed Ben Sulayem (R) presents the Pole Position Award to Ferrari's Monegasque driver Charles Leclerc after the qualifying session on the eve of the Bahrain Formula One Grand Prix at the Bahrain International Circuit in the city of Sakhir on March 19, 2022. (Photo by OZAN KOSE / AFP)
Leclerc riceve il premio pole position dal presidente Fia, Mohammed Ben Sulayem (Ansa)

Roma, 19 marzo 2022 - Charles Leclerc in pole position nel Gp del Bahrain. Le qualifiche parlano Ferrari con il colpaccio del monegasco che al Sakhir fa segnare uno stratosferico 1'30"558 e mette alle sue spalle il campione del mondo Max Verstappen, secondo a 123 millesimi, e il compagno di scuderia Carlos Sainz, terzo a 129 millesimi. Sarà duello Ferrari-Red Bull, con Sergio Perez in quarta posizione sulla griglia di partenza e in seconda fila (rivivi qui le prove ufficiali giro per giro).  'Solo' quinto Lewis Hamilton che dopo due giorni difficile limita i danni. Era dal 2011 che le Frecce d'argento non uscivano dalla prima fila nella gara d'esordio. Una prima volta dopo 11 anni, così come era dal 2007 che il Mondiale non si apriva con una pole Ferrari.  In terza fila anche Valtteri Bottas (Alfa Romeo), poi Magnussen (Haas, che stupisce dopo essere arrivato in extremis per sostituire Magnussen), Alonso (Alpine) e l'altra Mercedes W13 di George Russell che dopo aver destato ottime sensazioni nelle libere si deve accontentare della nona posizione (e quinta fila). 

Approfondisci:

F1 Gp Bahrain 2022: segui la diretta dalle 16. Ferrari da sogno. Il live

Approfondisci:

F1, GP Bahrain 2022: le strategie di gara

 "Abbiamo lavorato bene per tornare a lottare per le posizioni migliori - le prime parole di Leclerc - Sono molto contento di oggi, anche se all'inizio è stato complicato, non ero soddisfatto della mia guida. Poi sono riuscito a centrare il giro giusto nel Q3". Aggiunge il monegasco: "È una bella sensazione, eravamo sicuri che la Red Bull sarebbe stata più veloce, è stata una bella sorpresa". Il pilota di Maranello resta comunque con i piedi per terra: "Abbiamo grandi margini di crescita, domani non sarà per nulla semplice e dovremo stare attenti al degrado delle gomme". Incassa il colpo Verstappen: "Sarà una battaglia fino all'ultimo giro con le Ferrari". La dimostrazione di forza che l'olandese voleva dare ai rivali al momento non c'è stata. 

Griglia di partenza

1 Leclerc, 2 Verstappen
3 Sainz, 4 Perez
5 Hamilton, 6 Bottas
7 Magnussen, 8 Alonso
9 Russell, 10 Gasly
11 Ocon, 12 Schumacher
13 Norris, 14 Albon
15 Zhou, 16 Tsunoda
17 Hulkenberg, 18 Ricciardo
19 Stroll, 20 Latifi

Binotto

Euforico il Team Principal della Ferrari, Mattia Binotto. "Non siamo scaramantici - dice -. È una pole non scontata. Siamo contenti. Bella qualifica. Un bel premio, un punto di partenza. Bellissimo il giro di Leclerc, ha dato tutto. Sta maturando. Abbiamo altri 4 motori nelle prime sette posizioni. Ma è tutto il pacchetto Ferrari che funziona. Anche Sainz ha fatto una grande qualifica, al primo tentativo di Q3 era addirittura in pole. Abbiamo la miglior coppia di piloti". In ottica Gran Premio Binotto non si sbilancia: "Le Red Bull sono secondi e quarti e sono fortissimi. Domani è un altro giorno, situazione diversa. Ma siamo partiti da lontano, ricordiamoci dove eravamo lo scorso anno".

Verstappen

"Nel Q2 siamo andati bene, mentre nel Q3 abbiamo faticato -ammette invece Max Verstappen -. Siamo andati a corrente alternata ma in gara la macchina va bene è questo è l'importante. La sensazione non è fantastica, ma non è neanche troppo negativa. Ci sono delle cose da migliorare in qualifica, mentre sarà fondamentale far funzionare la macchina in gara. Ferrari? Leclerc e Sainz hanno fatto un ottimo lavoro durante l'inverno". 

Sainz

Soddisfatto anche Carlos Sainz. "Charles (Leclerc, ndr) ha fatto qualcosa di più e ha estratto il potenziale al massimo - dice subito dopo le qualifiche -. Abbiamo sofferto a capire come guidare questa macchina, quindi essere in lotta per la pole è stata una bella notizia per me. Non sono riuscito a tirare giù quel decimo in più ma il team ha fatto un grande lavoro. Questo weekend ho dovuto lottare con un ritardo importante. Leclerc ha fatto meglio ma devo accettare il risultato e pensare alla gara di domani". 

Qualifiche, rivivi il live

Le libere

Max Verstappen il più veloce nelle prove libere di ieri e nelle Fp3 di stamani, quando l'olandese ha fatto segnare il miglior tempo in 1:32.544. Ma le Ferrari ci sono. E non sembrano lontane dal campione del mondo. Ieri Charles Leclerc ha fermato il cronometro a 87 millesimi dall'olandese, questa mattina il ritardo è stato di 96 millesimi. In terza piazza ha chiuso oggi l'altra Red Bull di Sergio Perez a 247 millesimi. Quarto tempo per la prima Mercedes che non è quella di Lewis Hamilton, ma porta la firma di George Russell. Quinta l'altra 'rossa' di Carlos Sainz, staccata di mezzo secondo, che precede il britannico della Mercedes, solo sesto e parso più in difficoltà rispetto al compagno di scuderia sulla nuova monoposto.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?