Mick Scumacher su Instagram
Mick Scumacher su Instagram

Città del Messico, 21 gennaio 2019 - Mick Schumacher sulle orme del padre. Il giovane pilota tedesco, figlio del super campione di Formula Uno Michael, ha battuto il compagno di team Sebastian Vettel nella "Race of Champions", gara-esibizione in scena in Messico. 

Mick, da poco entrato nella Ferrari Driver Academy, ha messo subito in riga il primo pilota della scuderia di Maranello. La manifestazione è stata vinta da Benito Guerra Jr, messicano, specialista del rally.

Ieri i due tedeschi avevano corso assieme. Il 19enne e il quattro volte campione del Mondo erano arrivati secondi nella Nations Cup sulla pista di Città del Messico. Davanti a loro solo il Team Nordic composto da Tom Kristensen, nove volte vincitore della 24 ore di Le Mans, e Johan Kristofferson, campione del mondo rallycross.

Mick aveva commentato: "Bellissimo. Secondi non è il massimo ma va bene così, Seb ha fatto un gran lavoro e senza lui non credo saremmo riusciti a salire così in alto. Bella questa manifestazione, specie per il pubblico che si gode dei bei passaggi in pista".

E Vettel a fine corsa era emozionato: "È stato speciale correre in team con lui. Quando debuttai in questa manifestazione ho osservato Michael e oggi la corro con suo figlio, sono certo che sarebbe estremamente fiero di Mick. Questo è un evento davvero divertente e l’atmosfera è unica, si sta coi piloti tutti insieme. Con Mick siamo felici del risultato ottenuto, non è mai semplice, specie contro piloti esperti che hanno grande sensibilità di guida”.