Lewis Hamilton e Max Verstappen (Ansa)
Lewis Hamilton e Max Verstappen (Ansa)

Budapest, 29 luglio 2021 - La penalità inflitta a Lewis Hamilton nel GP di Silverstone è stata ritenuta congrua dalla Fia. La direzione di gara ha confermato la decisione presa in Gran Bretagna sul contatto Hamilton-Verstappen, che aveva costretto il pilota olandese a ritirarsi dalla corsa. La Red Bull aveva presentato un ricorso per aumentare la penalità verso il pilota britannico della Mercedes, che nonostante i dieci secondi scontati al pit-stop è riuscito comunque a vincere la gara e recuperare punti preziosi su Verstappen in ottica mondiale.

Proprio oggi a Budapest la FIA ha convocato le due scuderie, con la Red Bull che ha presentato dei documenti e dei dati del GPS di Hamilton. Secondo il team austriaco, il pilota delle Frecce d'Argento si era reso protagonista di un sorpasso pericoloso alla curva 9, la Copse, che avrebbe dunque meritato una punizione più severa. La FIA ha comunque comunicato che "la Red Bull non ha fornito alcun elemento nuovo, significativo e rilevante". L'azione ora si sposterà dagli uffici della Formula 1 alla pista di Budapest, dove le monoposto inizieranno a girare già domani durante la prove libere del venerdì.

Leggi anche: Chelsea, 100 milioni per Lukaku