Lewis Hamilton (Ansa)
Lewis Hamilton (Ansa)

Barcellona (Spagna), 6 maggio 2021 - "Verstappen sta guidando bene e ha un'auto e un team da titolo alle spalle". Sono parole d'apprezzamento quelle che Lewis Hamilton rivolge al rivale della Red Bull, Max Verstappen, alla vigilia del weekend di Barcellona. La Formula 1 ritorna subito in pista nel Gran Premio di Spagna e i piloti hanno parlato quest'oggi in conferenza stampa, con il britannico che ha cercato di scaricare un po' di pressione addosso al suo diretto avversario.

Hamilton: "La nostra auto ha i suoi punti deboli"

Lewis Hamilton sembra aver trovato finalmente pane per i suoi denti. Il sette volte campione del mondo quest'anno ha in Max Verstappen un serio e valido rivale per il titolo, con la Red Bull che è cresciuta tantissimo rispetto alla scorsa stagione e sembra aver annullato o quasi il gap con la Mercedes, dominante in F1 dall'avvento dei motori ibridi. "Max ha un'auto e un team da titolo e può riuscire a vincere; se loro faranno quello che devono e noi no, possono davvero raggiungere l'obiettivo" ha commentato il pilota britannico delle Frecce d'Argento. "L'esperienza aiuterà, ma alla fine i piccoli errori e l'affidabilità giocheranno un ruolo importante nella corsa al mondiale. I punti in palio per i giri veloci saranno ugualmente importanti".

In un mondiale che, dopo tre gare, sembra poter essere tiratissimo e avvincente fino alla fine, anche il punto addizionale per il giro veloce durante la corsa potrebbe davvero fare la differenza. Hamilton ha vinto due Gran Premi su tre (in Bahrein e in Portogallo), ma sa che la sua vettura non è più la dominatrice incontrastata sulla griglia: "I test di inizio stagione non sono stati buoni. Abbiamo fatto meglio durante i fine settimana, ma possiamo migliorare e non dobbiamo fare affidamento sugli errori degli altri. La macchina è buona, però ha i suoi punti deboli sui quali stiamo lavorando".

Leclerc: "Sarà una gara interessante"

Sarà un fine settimana di riflessione in casa Ferrari, dopo che le Rosse hanno fatto un passo indietro in Portogallo rispetto a quanto visto nei primi due GP stagionali. Ne è conscio Charles Leclerc, che ha analizzato quanto visto in pista meno di una settimana fa: "Ho faticato prima della gara e domenica è andata meglio, ma io e Carlos (Sainz, ndr) abbiamo avuto rendimenti inaspettati con le gomme medie e dure. Dobbiamo analizzare i dati e capire cosa non ha funzionato al meglio. Non ho trovato confidenza con la macchina e questo mi ha penalizzato nel corso dei tre giorni di Portimao".

Il pilota monegasco rimane comunque abbastanza fiducioso in vista della prossima corsa in Spagna: "Questa è una buona pista per vedere chi è più completo perché ci sono curve veloci, lente e medie. Sarà una gara interessante".

Leggi anche: Inter, Superlega: accordo con Uefa per sanzioni minime