Sebastian Vettel (Ansa)
Sebastian Vettel (Ansa)

Singapore, 20 settembre 2019 - Primo giorno di prove al Gp di Singapore, tappa notturna del mondiale di Formula 1 rivitalizzato da una Ferrari tornata in grande spolvero con la doppietta degli ultimi due gran premi (Belgio e Monza). Protagonista il giovanissimo Charles Leclerc, che domenica in gara potrebbe tentare il tris. Mercedes permettendo, naturalmente: sul tortuoso Marina Bay Street Circuit le Frecce d'Argento sono favorite. Dopo l'exploit del monegasco, il leader della classifica Lewis Hamilton vuole tornare a dire la sua, puntando alla sua quinta vittoria nel circuito del sud-est asiatico in carriera. Ma Leclerc ci ha preso gusto: "Amo tutti i circuiti cittadini e questo non fa eccezione". Parole che suonano come un avvertimento al britannico. Insomma, in gara domenica si preannuncia il solito duello tra la casa di Maranello e la scuderia tedesca, con Vettel e Bottas che non staranno a guardare. 

Prove libere 

Intanto le libere. E' proprio Hamilton a salire in cattedra: e lo fa con il miglior tempo registrato nella sessione pomeridiana. Nelle libere 2 seconda piazza per Max Verstappen, il più veloce di questa mattina, lontano poco più di un decimo dal britannico. Terzo crono per Sebastian Vettel a otto decimi. Solo sesto Charles Leclerc: problemi al cambio per il monegasco, costretto a rientrare ai box nelle Fp1. 

Fp2, risultati e tempi 

C'è Lewis Hamilton davanti a tutti nella seconda sessione di prove libere. Il pilota della Mercedes ha girato in 1'38"773 precedendo di 184 millesimi Max Verstappen e di 818 millesimi la Ferrari di Sebastian Vettel. Quarta piazza per Valtteri Bottas con l'altra Mercedes, a oltre un secondo. Sesto Charles Leclerc con l'altra Ferrari, dietro all'altra Red Bull di Alexander Albon. Completano la top ten Carlos Sainz, Nico Hulkeberg, Lando Norris e Pierre Gasly. Quattordicesima piazza per l'Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi, sedicesimo Kimi Raikkonen.

FP1, risultati e tempi

Nella prima sessione di questa mattina, il giro più veloce (1:40.259) è stato quello di Max Verstappen che ha chiuso in prima posizione seguito dal Sebastian Vettel, a più di un decimo di distanza. Terzo Hamilton (+ 0.666). Out Bottas, che ha perso il controllo della monoposto ed è finito contro le barriere. Problema al cambio per Leclerc.  Il monegasco ha effettuato solo 12 giri, con un tempo altissimo, poi è stato costretto a rientrare ai box. 

Orari F1: il Gp di Singapore in tv 

F1, rivivi la diretta delle prove libere

Classifica piloti

Classifica costruttori

Calendario - Risultati

 

IL PUNTO DI LEO TURRINI

Kubic choc, è quasi un addio al Circus

Forse siamo all’epilogo, vagamente malinconico, di una bellissima storia. Rientrato in Formula Uno dopo otto anni di assenza, causa terribile incidente in un rally, Robert Kubica ha annunciato ieri il suo addio alla Williams a fine stagione. Il polacco non ha escluso di cercare un altro volante per l’anno che verrà: di sicuro non gli manca la voglia.
Giudicare Kubica, un campione vero prima dello schianto con il destino sulle strade della Liguria, mi viene oggettivamente molto difficile. Al disagio figlio di un recupero complicatissimo si è sommata la disarmante pochezza della Williams. Detta come va detta, al netto del marchio prestigioso, il team che fu di Jones e di Piquet, di Mansell e di Prost, di Senna e di Patrese, del figlio di Villeneuve e del fratello di Schumacher, ecco, storia a parte la Williams è francamente impresentabile.
Kubica si è tolto lo sfizio di tornare, ha anche guadagnato un punticino in classifica, dubito si sia divertito a guidare sempre nelle retrovie, ad ogni modo è un amico con un cuore grande così e in un mondo di poveri di spirito è quasi obbligatorio volergli bene.

Vettel, Leclerc e i misteri di Sing Sing - di Leo Turrini 

Vettel cerca punti per il futuro 

Le luci di Singapore illuminano il circuito di Marina Bay.
La versione asiatica e notturna di Montecarlo non regala troppe speranze ad una Ferrari reduce dai trionfi di Leclerc in Belgio e a Monza: su tracciati tortuosi la SF90 fatica enormemente.
Lo staff di Mattia Binotto ha preparato per questa gara una serie di novità, nella speranza di colmare il gap nei confronti di Mercedes e Red Bull. Diverso è il ‘naso’ della Rossa e ci sono modifiche aerodinamiche.
La cosa buona è che a Leclerc e a Vettel piace guidare nella notte di Singapore. Il tedesco ha vinto a Marina Bay con la Ferrari nel 2015 e insegue il riscatto dopo il brutto errore nel Gran Premio d’Italia. Un po’ del suo futuro passa anche da questa gara, che propone come favoriti assoluti Hamilton e Verstappen.
A margine del Gran Premio, la Haas ha confermato Grosjean mentre la Ferrari spera di ottenere la conferma di Giovinazzi in casa Alfa, anche se Hulkenberg, in uscita dalla Renault, avrebbe già una intesa con la ex Sauber.
Se ne riparlerà.