Il Gp di Azerbaijan (foto Ansa)
Il Gp di Azerbaijan (foto Ansa)

Baku (Azerbaijan), 29 aprile 2018 - Hamilton davanti a tutti a Baku al termine di un rocambolesco Gp di Azerbaijan. Si decide tutto negli ultimi giri: prima il clamoroso incidente tra le due Red Bull (fuori sia Verstappen che Ricciardo), poi il tentativo di sorpasso di Vettel su Bottas finito male, infine la foratura del finlandese che finisce out. Ne approfittano il 'Re Nero' della Mercedes, che taglia il traguardo per primo. Poi Raikkonen e Perez, che però sono entrambi sotto investigazione (il primo per il contatto con Ocon in avvio, il secondo un uso dell'ala mobile in punti non consentiti), mentre il tedesco della Ferrari, che era partito dalla pole position, resta fuori dal podio.

BLOG Hamilton e il gigantesco fattore C - di LEO TURRINI

Quinto posto per Carlos Sainz Jr su Renault, sesto l'ottimo Charles Leclerc sulla Sauber Alfa Romeo. Settimo Fernando Alonso su McLaren, ottavo Lance Stroll su Williams. Chiudono la top ten Stoffel Vandoorne sull'altra McLaren e Brendon Hartley sulla Toro Rosso.

image

E' il primo successo stagionale per Hamilton che balza al comando della classifica piloti con 70 punti, superando Seb (66). Terzo Raikkonen, poi Bottas e Ricciardo. 

Profondo Rosso, il blog di LEO TURRINI

ORDINE DI ARRIVO - 1. Lewis Hamilton (GBR/Mercedes) in 1h43:44.291
2. Kimi Räikkönen (FIN/Ferrari) +2.460
3. Sergio Pérez (MEX/Force India-Mercedes) +4.024
4. Sebastian Vettel (GER/Ferrari) +5.329
 5. Carlos Sainz Jr (ESP/Renault) +7.515
 6. Charles Leclerc (MON/Sauber-Ferrari) +9.158
 7. Fernando Alonso (ESP/McLaren-Renault) +10.931
 8. Lance Stroll (CAN/Williams-Mercedes) +12.546
 9. Stoffel Vandoorne (BEL/McLaren-Renault) +14.152
10. Brendon Hartley (NZL/Toro Rosso-Honda) +18.030
11. Marcus Ericsson (SWE/Sauber-Ferrari) +18.512
12. Pierre Gasly (FRA/Toro Rosso-Honda) +24.720
13. Kevin Magnussen (DEN/Haas-Ferrari) +30.663
14. Valtteri Bottas (FIN/Mercedes) +1 giro. 

POLE_30739153_171308

TUTTO PER LA SAFETY CAR - Tutto negli ultimi quattro giri causa una doppia safety car entrata al quarantesimo dei cinquantuno giri previsti. La prima per un incredibile incidente tra Ricciardo e Verstappen con il primo che tenta più volte di attaccarlo e poi gli finisce addosso e mette entrambi ko; la seconda a causa di Grosjean che, in regime di Safety car al 43esimo giro, va a sbattere con il quartetto di testa che vede Bottas davanti a Vettel, poi Hamilton e Raikkonen. A quattro giri dalla fine Vettel tenta di passare Bottas, ci riesce ma finisce lungo complice le gomme fredde ed è infilato un po' da tutti. La macchina comincia a vibrare e passa anche Perez. Sainz e Leclerc al quinto e sesto posto. Alla fine per il tedesco non resta che limitare i danni. 

BAKU_30732952_135557

HAMILTON - "E' stata una gara davvero emozionante - commenta Hamilton a caldo - oggi Valtteri Bottas meritava la vittoria e anche Vettel è stato bravissimo". Il pilota Mercedes ammette: "La dea della fortuna è stata con noi" ma "ci ho messo il cuore, non ho mai mollato e mi prendo questa vittoria". 

RAIKKONEN - "Non è stato un inizio ideale (con l'incidente con Ocon, ndr), poi per fortuna ho proseguito. Ho cercato di recuperare". Per Raikkonen, secondo, "è stata una gara difficile, ho faticato a far scaldare le gomme a sufficienza. Ho cercato di emergere alla lunga distanza, la strategia alla fine ha pagato ma non è stato sufficiente".

PEREZ - Soddifazione per Perez: "Due anni fa ero qui sul podio e oggi ho fatto i miei migliori due giri della carriera con Vettel dietro. Avevo le gomme supersoft fredde e dovevo tenere il ritmo alto per evitare che Seb si avvicinasse a sufficienza. Sono senza parole". 

VETTEL E IL SORPASSO FALLITO - Qualche rimpianto invece per Vettel: "Avrei potuto vincere e non ci siamo riusciti". Ma il tedesco non ha recriminazioni da farsi per il sorpasso fallito:  "Non credo fosse esagerato, il margine c'era ma non ha funzionato. Ora è facile dire che era un rischio eccessivo, ma in quel rettilineo non avevo troppe alternative. Valtteri era davanti e non potevo andare a destra perchè c'era Lewis. Quando ho bloccato le gomme ho perso la posizione anche con Sergio (Perez, ndr)". Insomma, "ho sbagliato qualcosa, ma questo non condiziona il giudizio sulla gara". 

CLASSIFICA TOP TEN DEL MONDIALE  

1  Lewis Hamilton 70

2  Sebastian Vettel 66 

3  Kimi Raikkonen 48

4  Valtteri Bottas 40 

5  Daniel Ricciardo 37  

6  Fernando Alonso 28  

7  Nico Hulkenberg 22  

8  Max Verstappen 18 

9 Sergio Perez 15 

10 Carlos Sainz 13

Formula 1 Gp Baku 2018, orari tv (diretta Sky e differita Tv8)

F1 Gp Baku, rivivi la diretta 

I TWEET E I MOMENTI CLOU

GIRO 51 - Vince Hamilton

GIRO 50 - Ritiro per Bottas, ora Hamilton può volare verso la vittoria della gara.

Giro 40 - Ricciardo tampona Verstappen, incredibile incidente tra le due Red Bull. Safety car

Girp 35 - Duello tra le Red Bull al quarto e quinto posto

GIRO 11 - Problemi per Hulkenberg che sbatte contro le barriere con la posteriore sinistra e poi finisce fuori pista.

GIRO 6 - Dopo cinque giri in regime di safety car per il contatto alla terza curva dopo la partenza, il gran premio di F1 di Azerbaigian è ripartito.

GIRO 2 - Ocon e Sirotkin si ritirano

Giro 1 - Sebastian Vettel resta in testa. Contatto Ocon-Raikkonen, virtual safety car

Prima del via

Linda Morselli

La griglia di partenza del Gran Premio d'Azerbaigian:

Prima fila. 1. Sebastian Vettel (GER/Ferrari); 2. Lewis Hamilton (GBR/Mercedes); 
Seconda fila.  3. Valtteri Bottas (FIN/Mercedes); 4. Daniel Ricciardo (AUS/Red Bull-Renault); 
Terza fila. 5. Max Verstappen (OLA/Red Bull-Renault); 6. Kimi Räikkönen (FIN/Ferrari); 
Quarta fila. 7. Esteban Ocon (FRA/Force India-Mercedes); 8. Sergio Pérez (MEX/Force India-Mercedes); 
Quinta fila. 9. Carlos Sainz Jr (SPA/Renault); 10. Lance Stroll (CAN/Williams-Mercedes); 
Sesta fila. 11. Sergey Sirotkin (RUS/Williams-Mercedes); 12. Fernando Alonso (SPA/McLaren-Renault); 
Settima fila. 13. Charles Leclerc (MON/Sauber-Ferrari); 14. Nico Hülkenberg (GER/Renault); 
Ottava fila. 15. Kevin Magnussen (DAN/Haas-Ferrari); 16. Stoffel Vandoorne (BEL/McLaren-Renault); 
Nona fila. 17. Pierre Gasly (FRA/Toro Rosso-Honda); 18. Marcus Ericsson (SVE/Sauber-Ferrari); 
Decima fila. 19. Brendon Hartley (NZL/Toro Rosso-Honda); 20. Romain Grosjean (FRA/Haas-Ferrari). 

FORMULA 1_29865565_144401