Sebastian Vettel (Ansa)
Sebastian Vettel (Ansa)

Shanghai, 14 aprile 2018 - Sebastian Vettel conquista la sua seconda pole position consecutiva dopo il Bahrain. Il tedesco della Ferrari ha fatto segnare il miglior tempo nelle qualifiche del Gran Premio della Cina con il tempo di 1'31"095. Subito dietro c'è il compagno di squadra Kimi Raikkonen, secondo a 87 millesimi, che garantisce alla Rossa la prima fila di Shanghai. Le Mercedes seguono con Valtteri Bottas terzo e Lewis Hamilton, staccato 590 millesimi da Vettel, quarto.  

F1 Gp Cina 2018, vince Ricciardo. Vettel ottavo

Il pilota della Ferrari, quattro volte iridato, tocca la la 52esima pole della carriera, e la quarta di sempre a Shanghai dopo il tris collezionato fra il 2009 e il 2011. Le Red Bull si piazzano in terza fila con Max Verstappen e Daniel Ricciardo. Nella top ten seguono Nico Hulkenberg (Renault) e Sergio Perez (Force India) in quarta fila e Carlos Sainz (Renault) e Romain Grosjean (Haas) in quinta. 

Eliminati nel Q2 Kevin Magnussen (Haas), Esteban Ocon (Force India), le McLaren di Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne e Brendon Hartley (Toro Rosso).

Fuori in Q1: Sergey Sirotkin (Williams), Pierre Gasly (Toro Rosso), Lance Stroll (Williams) e le Sauber di Charles Leclerc e Marcus Ericsson.

Formula 1 Gp Cina 2018, orari tv (diretta Sky e differita Tv8)

Rivivi le qualifiche del Gp di Cina 

Formula E a Roma, motori e futuro: quello che c'è da sapere

Formula E a Roma, la guida. Circuito, piloti e orari tv

Griglia di partenza del Gp di Cina

1/a fila: Sebastian Vettel (Ger/Ferrari) in 1'31.095 Kimi Raikkonen (Fin/Ferrari) a 0.087 
2/a fila: Valtteri Bottas (Fin/Mercedes) 0.530 Lewis Hamilton (Gbr/Mercedes) 0.580 
3/a fila: Max Verstappen (Ola/Red Bull) 0.701 Daniel Ricciardo (Aus/Red Bull) 0.853 
4/a fila: Nico Hulkenberg (Ger/Renault) 1.437 Sergio Perez (Mes/Force India) 1.663 
5/a fila: Carlos Sainz Jr. (Spa/Renault) 1.724 Romain Grosjean (Fra/Haas) 1.760 
6/a fila: Kevin Magnussen (Dan/Haas) 1.891 Esteban Ocon (Fra/Force India) 1.962 
7/a fila: Fernando Alonso (Spa/McLaren) 2.137 Stoffel Vandoorne (Bel/McLaren) 2.410 
8/a fila: Brendon Hartley (Nzl/Toro Rosso) 2.700 Sergey Sirotkin (Rus/Williams) 2.967 
9/a fila: Pierre Gasly (Fra/Toro Rosso) 3.006 Lance Stroll (Can/Williams) 3.190 
10/a fila: Charles Leclerc (Mon/Sauber) 3.359 Marcus Ericsson (Sve/Sauber) 3.819. 

IL BLOG Tra Super Seb e Kimi 4.0 non mettere il dito - di LEO TURRINI

VETTEL - "Sono stato contento di tutto il giro, non solo del terzo settore, la macchina è stata davvero fantastica, continuava a migliorare, sono contento". Sebastian Vettel è soddisfatto della pole position conquistata in Cina. "Nel primo tentativo avevo fatto qualche errore, avevo perso il posteriore alla terza e alla sesta curva, mi mancava qualcosa e sapevo che se avessi fatto un giro in ordine... La partenza? Credo che dalla parte di Kimi ci sia più gomma, dovrò stare attento".  

RAIKKONEN - "La qualifica non è stata male ma non abbastanza per andare in pole". Kimi Raikkonen invece non è del tutto soddisfatto del secondo tempo nelle qualifiche. "Non era quello che volevo ma domani proveremo a fare meglio. Cercheremo di migliorarci, la gara è lunga e dovremo tenerci fuori dai guai, vedremo cosa riusciremo a portare a casa".

BOTTAS - "E' stata una giornata lineare, abbiamo man mano capito meglio le gomme ma oggi le Ferrari avevano un grip migliore". Ha commentato Valtteri Bottas, terzo con la sua Mercedes, alle spalle delle Rosse.

HAMILTON - "Ieri eravamo andati bene, oggi faceva più freddo e non abbiamo trovato la temperatura giusta delle gomme ma le Ferrari avevano una potenza maggiore". Lewis Hamilton ammette il ritardo sulle Rosse. "Come si fa a colmare il gap? Continuando a lavorare sodo. Domani sarà una giornata diversa. Farà molto più caldo e daremo tutto quello che abbiamo anche se pure in condizioni più calde la Ferrari va sempre forte, ma chissà".

LA CLASSIFICA - In classifica piloti, dopo due Gran Premi, guida Sebastian Vettel con 50 punti, davanti a Lewis Hamilton a quota 33. Poi Valtteri Bottas a 22 punti, segue Fernando Alonso a 16 e Kimi Raikkonen a 15. Il finlandese della rossa paga l'incidente ai box durante il Gp del Bahrain. Una (incolpevole) partenza anticipata dal pit stop che lo ha costretto al ritiro (ed è costata a un meccanico Ferrari la frattura di tibia e perone).

 

Linda Morselli